Anche per questo Natale si è svolta nel porto di Milazzo la consegna di doni ai marittimi benedetti da padre Vincenzo Tomaiuoli, sacerdote della Congregazione dei missionari di San Carlo, alla presenza di Massimiliano Mezzani, comandante del porto di Milazzo e presidente del comitato welfare della Gente di mare, accompagnato dal luogotenente Roberto Antonacci e da Matteo di Flavia, responsabile della Stella Maris di Milazzo.

I doni portati a bordo sono stati acquistati con il contributo degli operatori del porto di Milazzo e grazie ai fondi che anche per quest’anno — tramite don Bruno Ciceri, delegato del Vaticano per l’Apostolato del mare ed officiale del Dicastero per il servizio dello sviluppo umano integrale — l’Itf (International Transport Workers’ Federation) ha ritenuto di destinare alla Stella Maris di Milazzo per l’intraprendenza e le tante iniziative adottate a favore dei marittimi.

«La preghiera e le benedizioni impartite a bordo hanno portato la vera gioia del Natale a tanti marittimi lontani da casa”, ha dichiarato don Carmelo Russo referente diocesano per l’apostolato del mare.

“È stato un momento di arricchimento personale e spirituale che ci fa capire quanto sia importante continuare a dedicare le nostre attenzioni a favore dei marittimi, categoria di lavoratori poco visibili ma determinanti per le esigenze della nostra quotidianità”, ha commentato Matteo Di Flavia, aggiungendo che “è bastato un piccolo dono per riaccendere in queste persone la consapevolezza di non essere soli, di sapere che qualcuno a terra pensa a loro soprattutto oggi alla vigilia di Natale».

Condividi questo articolo