Consegnati a ventidue giovani studenti dell’Istituto Leonardo da Vinci i brevetti subacquei conseguiti a conclusione del corso organizzato in collaborazione con Blunauta Diving Center di Milazzo, coordinato dal professore Mauro Maccotta e grazie ai finanziamenti del Piano estate 2021. La manifestazione ha costituito per gli alunni la ripresa delle relazioni e della socializzazione perdute a causa del covid e un’ulteriore attività di confronto sui temi della tutela e dell’ educazione all’ambiente. A tale proposito, il comandante della Capitaneria di Porto Massimiliano Mezzani, ha sottolineato come la scuola diretta da Stefania Scolaro emerga sempre di più all’interno del panorama scolastico territoriale per l’impegno profuso nella divulgazione della cultura del rispetto del mare tra i giovani. L’azione sinergica tra la didattica formativa e l’amore per il territorio è stata evidenziata anche da Giovanni Mangano, presidente dell’Area Marina Protetta di Capo Milazzo, che nel rivolgere i suoi saluti ai partecipanti ha espresso vivo compiacimento per le attività dell’istituto, sempre all’avanguardia nello sviluppare progetti altamente formativi.

Mauro Alioto, responsabile del Diving Center Blunauta, ha illustrato le fasi operative del corso e le caratteristiche del brevetto, che oggi si configura come una certificazione preziosa, spendibile anche per l’accesso ai tutti i concorsi banditi da enti pubblici e dalle forze armate. Durante la manifestazione è intervenuto in videoconferenza il Responsabile nazionale della SSI -Scuba School International-, Giorgio Canepa, che si è detto entusiasta per l’approfondimento della conoscenza dell’ambiente marino e costiero che attraverso le immersioni subacque vedono protagonisti gli alunni dell’Itet Leonardo da Vinci.

La cerimonia, a cui hanno partecipato anche i genitori, si è chiusa con l’ulteriore consegna degli attestati di partecipazione del PON 10.2.5A-FSEPON-SI 2018- Verso la cittadinanza globale, modulo “Imparo a vivere”- che si è concluso a giugno del 2021. Il Pon, che ha visto numerosi alunni impegnati nella scoperta di percorsi naturalistici del territorio di Capo Milazzo, si è rivelato una preziosa occasione per far conoscere e rendere fruibile ai ragazzi una grande risorsa non solo paesaggistica, ma anche culturale della nostra comunità.

«Il corso per il conseguimento del brevetto di sub – ha rilevato la dirigente Stefania Scolaro, dopo aver ringraziato i partecipanti – costituisce non solo un’occasione di socializzazione per i giovani, ma rappresenta per noi la possibilità, di formare cittadini responsabili, innamorati del mare e delle sue creature. Cittadini del futuro che, ci auguriamo fortemente, si batteranno per la tutela e la conservazione dell’ecosistema marino, così fragile e prezioso».

Condividi questo articolo