Il consiglio comunale ha ratificato con 17 voti favorevoli una delibera approvata dalla giunta che consente all’ente di ricevere le somme assegnate dalla Regione a seguito della legge regionale 9 del 12 maggio con la quale è stato istituito il “Fondo perequativo degli Enti Locali”, con dotazione destinata a compensazione delle minori entrate dei Comuni che hanno disposto esenzione, o riduzione, dei tributi locali, o la concessione di suolo pubblico e canoni di utilizzo in favore di operatori economici, enti ed associazioni, per uso di immobili destinati a attività varie per il periodo in cui le stesse sono state sospese, o soggette a limitazioni a seguito dell’emergenza sanitaria Covid-19.

A Milazzo, che ha esonerato i titolari delle attività di somministrazione al pubblico di alimenti e bevande dal 1 maggio al 31 ottobre 2020 dal pagamento tassa per l’occupazione di spazi e aree pubbliche e per l’ampliamento delle superfici già concesse e riduzione del 25% della quota variabile per le utenze non domestiche che hanno subito interruzioni dell’attività a causa dell’emergenza Coronavirus, sono stati assegnati 91 mila euro, una parte in acconto e poi il saldo che ha richiesto l’approvazione di questa delibera attestante esenzioni/concessioni effettivamente concesse agli operatori economici con il fondo perequativo degli Enti Locali deliberato dalla giunta municipale.
Il consigliere Antonio Foti ha sollecitato chiarimenti sulla ratifica portata in aula ad un anno di distanza dall’adozione del provvedimento dell’esecutivo, per cui l’assessore Roberto Mellina ha fatto presente che la richiesta della regione è intervenuta soltanto in corso d’opera, essendo cambiata nel tempo la normativa regionale, per cui l’integrazione ora della delibera di giunta con la ratifica consiliare permetterà alla Regione di erogare al Comune la quota residua spettante.
Foti, da parte sua, ha auspicato che il fondo venga implementato con riguardo anche ad altri aspetti tributari, e non solo alla Tosap, e anche il Comune, è stato il suo auspicio, possa fare qualcosa di più in proprio per le varie categorie commerciali, alle quali dare sostegno economico, essendo state colpite dal Covid-19.
Nel corso della stessa seduta, su proposta di Mario Sindoni, i presenti hanno manifestato vicinanza alla popolazione di Ravanusa colpita dalla disgrazia, osservando pure un minuto di silenzio per le vittime.

Condividi questo articolo