Il segretario nazionale della Federazione Ugl Pro, Massimo Maria Amorosini, ha nominato il milazzese Ninni Petrella coordinatore regionale in Sicilia della neonata federazione del comparto Professionisti.

«UGL Pro – spiega in una nota Amorosini – è attenta alle profonde trasformazioni che stanno attraversando il nostro Paese, con le ovvie ricadute sul mercato del lavoro e le conseguenti mutate esigenze di tanti lavoratori a cui bisogna dare risposta: nuovi e diversi bisogni dei professionisti ai quali vogliamo rispondere in maniera moderna, innovativa e concreta, per garantire loro una rappresentanza forte, autorevole e in grado di tutelarli».

In Italia ci sono 18 professionisti ogni mille abitanti, producono 1,7 miliardi di Pil, rappresentano più del 6% della forza lavoro e quasi il 27% del lavoro indipendente del Paese, secondo i dati del IV Rapporto nazionale sulle libere professioni. Il fatturato complessivo dei liberi professionisti sfiora il tetto dei 211 miliardi di euro, pari al 12,2 del Pil, uno dei dati più rilevanti che emerge del Rapporto 2019 di ‘Confprofessioni’.

«Nonostante il valore importantissimo di questa categoria e la crisi causata dalla pandemia – afferma il segretario regionale Ugl in Sicilia, Giuseppe Messina – la pressione fiscale sui lavoratori indipendenti, fonte ‘Federcontribuenti’, è arrivata a toccare il 64% dei profitti generando così uno scenario drammatico. Come segreteria regionale, pertanto, siamo contenti che un settore così delicato venga coordinato in Sicilia da un professionista capace e un sindacalista che da tempo si spende con profitto all’interno della nostra organizzazione. A Ninni Petrella non posso che augurare buon lavoro».

Condividi questo articolo