Dopo gli avvisi dei mesi scorsi, il Comune rende noto che da domani non saranno più raccolti i sacchi neri contenenti i rifiuti. Gli addetti della Caruter quando ritroveranno davanti alle abitazioni o nelle zone preposte al ritiro questi sacchetti, procederanno, alla presenza della polizia locale, all’ispezione e alla verbalizzazione.

Il gestore dell’impianto di smaltimento dei rifiuti di Trapani infatti ha ribadito che non riceverà questi sacchi, obbligando gli autisti dei mezzi a riportarli indietro senza neppure verificarne il contenuto (sino ad ora venivano restituiti quelli nei quali oltre l’indifferenziata contenevano umido o altre tipologie di rifiuto non conforme).

«Invito i cittadini ad utilizzare sacchi trasparenti o semi-trasparenti per evitare sanzioni- Il gestore è stato chiaro con i nostri uffici e noi non possiamo permetterci problemi nello smaltimento. I sacchi neri lasciati nei punti di ritiro non verranno più raccolti e anzi si procederà alle verbalizzazioni».

FESTIVITA’. Intanto l’ufficio Ambiente ha comunicato che lunedì 1 novembre, giornata festiva, il servizio raccolta sarà sospeso. Quindi l’umido non dovrà essere depositato in quanto il ritiro riprenderà regolarmente il 4 novembre. Martedì 2 novembre infatti sarà ritirata, come da calendario settimanale,  la frazione indifferenziata.

Condividi questo articolo
guest
9 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Sicismondo
Sicismondo
1 mese fa

Perche ormai il razzismo si applica anche nei sacchi della spazzatura.. ahahs.. ma scusate il problema sta nel colore o nella trasparenza? perche esistono anche sacchi di altri colori in cui non è possibile verificarne il contenuto…il sindaco ribadisce la trasparenza dei sacchi ma vedrete la diatriba tra colori e trasparenze.. è sempre e tutto ad interpretazione.. altri motivi per fare cassa

La sicilia nel cuore
La sicilia nel cuore
1 mese fa

Sinceramente non capisco quale privacy dovrebbe ledere l’utilizzo di sacchi di diverso colore dal nero. In tutta Italia non possono essere utilizzati, perché a Milazzo dovrebbe funzionare diversamente?

Il Portavoce
Il Portavoce
1 mese fa

Milazzo è una città per bene al disopra di ogni sospetto, non c’è nulla da nascondere, atteniamoci da subito alle disposizioni dell’azienda il cui servizio paghiamo profumatamente.
NB: se salta un gg di raccolta di umido non è la fine del mondo, abituatevi a fare meno rifiuti, comprate prodotti con meno imballi e meno plastica.

Antonio
Antonio
1 mese fa

Con questa raccolta differenziata ce n’è una al giorno.Io tempo fa ho visto un servizio dove c’erano delle aree ecologiche non isole,dove sotterraneamente venivano allocati dei container differenziati,si possedeva una scheda per accedere al servizio e si conferiva la differenziata e in base al peso conferito di quella scheda veniva poi calcolata la tassa,saluti

Oratipassa
Oratipassa
1 mese fa

La gente si lamenta per la privacy e poi in giro ci sono mobili, lavatrici e chi più ne ha più ne metta. A rattatibi a facci.