Spaccatura all’interno del Consiglio dell’Ordine di Barcellona  sulle elezioni suppletive per il Cnf (Consiglio nazionale forense). I Consiglieri Sebastiano Calderone, Giovanni Da Campo, Natascia Fazzeri e Simone Giovannetti, in aperto dissenso rispetto alle intenzioni di voto manifestate dal Presidente del Consiglio dell’Ordine e dai consiglieri Correnti, Coppolino, Sottile e Giacinta, hanno abbandonato l’adunanza e non hanno partecipato al voto.

Per i consiglieri dissenzienti, la decisione di non designare un appartenente del Foro barcellonese, non avrebbe tenuto in considerazione le eccellenze presenti al proprio interno e si sarebbe tradotta in un appiattimento sulle strategie tracciate da altri.

Di fronte alla prospettiva di una votazione che avrebbe penalizzato – a loro dire – il Foro di appartenenza, Calderone, Da Campo, Fazzeri e Giovannetti hanno deciso di manifestare il loro dissenso abbandonando l’adunanza. Ad essere stato votato l’avvocato Francesco Pizzuto del foro di Patti.

Condividi questo articolo