Dopo 14 anni aumenta il costo del pane a Milazzo. Nei giorni scorsi la maggior parte dei panificatori ha aumentato il prezzo di panini e sfilatini sottolineando in una nota condivisa «che non è certo un’azione speculativa da parte  di noi fornai, ma una necessità di sostenibilità di costi/qualità». Si parla di almeno 10 centesimi a “pezzo” (circa un euro al chilo). La filiera della panificazione – spiegano i fornai – ha cercato in questi anni di farsi carico dei continui aumenti dei costi, ma oggi, poichè nel territorio mamertino il prezzo del pane non aumenta dal novembre 2007, si vedono costretti a rivedere la posizione.

«La situazione post pandemica – spiegano i panificatori – purtroppo sta colpendo ogni settore produttivo, compreso il settore della panificazione artigianale, con aumenti spropositati, inn particolare negli ultimi mesi di energia, trasporto e materie prime (lice, gas, grano, zucchero, olio)» .

 

Condividi questo articolo
guest
2 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Faccilodda
Faccilodda
3 mesi fa

Secondo me é una speculazione bella e buona e… Anche fosse vero di tutti questi aumenti… Visto che durate il lockdown tutti (e dico tutti) i panifici hanno fatto quello che volevano perché senza concorrenza… Quanto costava un kg di focaccia prima e durante il lockdown? Avete notato aumenti?… Penso che si poteva fare quest’aumento a novembre 2022 come minimo.

Antonio
Antonio
3 mesi fa

E’ più preciso dire che aumentano il prezzo di vendita, il costo ce l’hanno loro aumentato, saluti .