VILLAFRANCA TIRRENA. Cento chili di prodotto ittico sequestrati dagli Agenti della Polizia Stradale di Barcellona Pozzo di Gotto e dai militari della Capitaneria di porto – Guardia Costiera di Milazzo. Un’operazione congiunta a tutela del consumatore compiuta ieri sera al casello autostradale di Villafranca Tirrena.

Il controllo del furgone che trasportava il pesce, finalizzato alla prevenzione e repressione delle infrazioni nell’intera filiera ittica, ha consentito di accertare diverse violazioni amministrative in materia di trasporto nonché di commercializzazione del prodotto ittico. Appurato che il mezzo di trasporto era sprovvisto del gruppo frigo e delle relative certificazioni necessarie, nonché il conducente non era in possesso della documentazione comprovante la corretta commercializzazione del prodotto ittico detenuto per la vendita, considerandolo di fatto di dubbia provenienza, è scattato il sequestro del mezzo e il sequestro della merce. Pesanti le sanzioni pecuniarie: l’uomo dovràpagare 1.500 euro per mancata tracciabilità del pescato e 1.000 euro per  violazione alle norme del Codice della Strada.

            Il prodotto ittico sequestrato, dopo la visita ispettiva del personale veterinario dell’Asp di Messina – che ne ha constatato la non idoneità al consumo umano, è stato distrutto. L’operazione condotta, oltre che dimostrare la sinergica e fattiva collaborazione tra le locali Istituzioni, civili e militari, è finalizzata essenzialmente a bloccare tutte quelle attività illegali di prodotti ittici ed a contrastare le frodi alimentari a tutela dei consumatori finali e degli onesti lavoratori del settore.

Condividi questo articolo