VIDEO. Il ritorno in aula consiliare dopo le ferie estive per una seduta ordinaria si è poi caratterizzata da tanti interventi preliminari su problematiche cittadine.
CARO BENZINA. Il consigliere Antonino Italiano prendendo spunto dal caro benzina, argomento più che attuale, ha proposto di avviare una battaglia per le accise in una città che è sede di una raffineria. Con il sostegno di tutti i referenti politici –a suo avviso- è battaglia che si può vincere, ottenendo i conseguenti benefici di natura economico-finanziari per la città ed i cittadini. Al riguardo Giuseppe Doddo ha ricordato che negli ani 2002-2003 dai consiglieri del tempo fu intrapresa una battaglia, portata nelle sedi romane, col risultato di “improponibilità mancando i presupposti di legge”.
PERIFERIA DIMENTICATA. Quindi il consigliere Giuseppe Crisafulli si è soffermato sul decoro cittadino che “soprattutto nelle periferie lascia a desiderare, con situazioni spesso al limite delle carenze igienico-sanitarie”. Michele Saraò ritenendo le lamentele giustificate ha proposto al presidente del consiglio Alessandro Oliva una riunione dei capigruppo per mettere a fuoco le problematiche sollevate. Il consigliere Antonino Italiano ha condiviso l’esistenza di problemi di decoro urbano e di igiene pubblica, ma che sono pure di vecchia data ed alcuni imputabili anche all’inciviltà di alcuni cittadini, tant’è che l’amministrazione è intervenuta con maggiori controlli e provvedimenti sanzionatori, anche al costo di impopolarità, e, in qualche occasione, di scontro con la cittadinanza. Damiano Maisano ha invitato i consiglieri ad approfondire il progetto di gara presentato dalla Caruter in merito al servizio di igiene pubblica, per rendersi conto come ci siano adempimenti sin qui disattesi dalla ditta.

FONDAZIONE LUCIFERO. Riferendosi alle attuali vicende che riguardano la Fondazione Lucifero ed il suo consiglio di amministrazione, Lorenzo Italiano ha riferito di una richiesta avanzata alla presidenza della prima commissione consiliare per sentire esponenti del CdA, o il rappresentante del Comune, riguardo alle dimissioni di alcuni componenti ed alla chiusura di varchi di accesso al mare ed alla piscina di Venere. Per la presidente Valentina Cocuzza, sentito anche il presidente, non c’era la possibilità, a norma di regolamento, per effettuare l’incontro in commissione, suggerendo di avanzare invece richiesta di convocazione di seduta straordinaria del consiglio, cosa poi fatta dal gruppo consiliare di Italiano Lorenzo sindaco.

I lavori riprenderanno lunedì 4 ottobre, con inizio alle ore 19,30.

DIETRO LE QUINTE. A rompere la monotonia dei soliti interventi in aula, molti dei quali trasudano prosopopea, è l’ottantatreenne Pippo Doddo. Spesso con candore racconta aneddoti degli anni passati con cui fotografa i meccanismi del sistema della Prima Repubblica. In uno degli ultimi interventi, prima delle vacanze estive, addirittura mentre si rivolgeva al sindaco Midili ha interrotto per rispondere al cellulare. «Era mio figlio, lo vedo una volta l’anno» si è giustificato (video).

Condividi questo articolo
guest
9 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
gigi
gigi
19 giorni fa

ahahah ma credete ancora a ste boiate? toglietevi dalla testa la benzina agevolata perchè non sarà mai accordata, sono chiacchiere come l’aeroporto e il pontile del magnate indiano

Litterio Scalisi
Litterio Scalisi
21 giorni fa

Solo chiacchiere e tabacchieri di legno? Non è barba vostra arrivare a un accordo con le grosse industrie e con il Governo! Livatici manu!

Peppe
Peppe
21 giorni fa

E non essendo meno di lei propongo una aliquota IVA al 12% per tutte le aree destinate a riconversione industriale. Niente Tari e Tasi per i comuni che non riescono a raccogliere i rifiuti nelle giornate indicate e non puliscono i tombini prima della stagione delle piogge niente gettone di presenza per i consiglieri che durante la loro stagione non riescono a portare a casa almeno un risultato.

Peppe
Peppe
21 giorni fa

Ma consigliere Italiano ancora con queste proposte destinate al solo scopo di fare populismo puro. Lo sa che non potrà mai essere accettata perché già lo fu’ in passato quando al governo c’era l’allora suo amico Berlusconi. Lo sa’ che il Milazzo calcio non ha uno stadio in cui giocare? Si dia da fare invece di abbaiare alla luna proposte che solleticano le genti e veda di fare ottenere i consensi

pippo
pippo
21 giorni fa
Reply to  Peppe

Veramente, che il Milazzo calcio non abbia uno stadio (e l’ex Grotta POLIFEMO?) non mi fa dormire la notte. I cittadini hanno una pista ciclabile, una di pattinaggio, una di atletica? Tutti per dilettanti (amatori) uguali a quelli del “pallone”. Sul fatto che si faccia populismo era risaputo.

Peppe
Peppe
20 giorni fa
Reply to  pippo

E secondo lei togliendo quello che ce già che si avranno le strutture da lei giustamente richieste? Per dormire gli consiglio ziguli gomma da prendere mentre si mette a letto. Buon sonno.

pippo
pippo
22 giorni fa

Se non è possibile ottenere sconti (residenti) dal monopolista per le Eolie quando ci decidiamo a mettere la tassa d’imbarco di 0,50 €? Ai sindaci delle Eolie non piace? E chi se ne frega