Va a rilento la consegna dei nuovi kit con codice a barre che gli utenti dovranno utilizzare per lo smaltimento dei rifiuti differenziati. La consegna è cominciata in Marina Garibaldi (piazza della Repubblica – Fontana Cartesio) nei giorni scorsi all’interno di uno stand allestito dalla Caruter dove ad accogliere gli utenti c’è del personale molto professionale e gentile nel dare chiarimenti. Ma le polemiche non sono mancate. A sollevare la questione con un post sui social è stato il consigliere Damiano Maisano che ha pubblicato uno stralcio del capitolato d’appalto in cui si precisava la distribuzione dei kit direttamente a casa.

L’Amministrazione comunale ha comunicato che la decisione di prevedere il ritiro da parte dei cittadini presso dei punti stabiliti non è legata a scelte politiche, bensì da ragioni organizzative decise direttamente dagli uffici. Nessun atto di indirizzo infatti è stato formulato.
«Gli uffici – si legge in una nota stampa – hanno verificato che, in occasione del precedente appalto che pure prevedeva la consegna dei contenitori, solo una bassa percentuale di kit è stata distribuita per difficoltà a raggiungere gli utenti che per motivi di lavoro o altro spesso non si trovavano nelle loro abitazioni negli orari fissati.
La presenza di un punto di ritiro stabilito, in una determinata giornata e in un arco di tempo più ampio, consente invece ai cittadini di ricevere il kit senza problemi di alcun genere, ottenendo anche quella personalizzazione che è fondamentale per stabilire la quantità di rifiuto smaltito».
Quanto alla richiesta del documento di riconoscimento e della bolletta tari l’amministrazione Midili ritiene «non trattarsi di adempimenti impossibili ma alla portata di tutti».

 

guest
18 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
laverità
laverità
1 anno fa

ma che porcheria sarebbe vedere tutti i marciapiede pieni di contenitori (visto che nessuno li rientra) questo è turismo?? ma dove si vedono mai ste cose ?? in quali città??? ma siete fuori di testa, a sto punto erano meglio i vecchi cassonetti della differenziata (almeno deturpavano un solo tratto di strada..cosi è uno schifo ovunque) SIETE INCOMPETENTI TOTALI ANDATE A FAN…LO

Letizia
Letizia
1 anno fa
Reply to  laverità

I bidoni vanno usciti prima della mezzanotte e rientrati al mattino.
Tutte le città “normali” hanno questo porta a porta.
Esteticamente meglio un bidoncino che i sacchi dell’immondizia.
Ma tanto… poco da dire e da fare c’è con gente simile.

laverità
laverità
1 anno fa
Reply to  Letizia

è quello che ho detto..ma quasi nessuno lo fa anzi c’è la possibilità di lasciarli fuori pagando al comune l’occupazione del suolo pubblico..

Multateli tutti
Multateli tutti
1 anno fa

I palazzi di fronte la Luigi Rizzo vedo gente che mette tutta la monnezza nell’indifferenziata. Vergognatevi, voglio che vi multino tutti!

peppino
peppino
1 anno fa

come faranno gli anziani a portare a casa i contenitori se pesano un accidenti? mi sono fermato un attimo per caricarli sulla mia auto e i vigili, solerti, mi hanno intimato di non sostare perché in una rotonda. Quella davanti alla farmacia Castelli non è una rotonda dove le auto talvolta sono parcheggiate anche sui marciapiedi?

Gioia
Gioia
1 anno fa

Se qualcuno decide di mettere nottetempo i suoi rifiuti nel mio piccolo bidone e a me arriva la sanzione, di chi è la colpa?? Non è giusto ciò che stanno facendo ai cittadini. Milazzo è più sporca di prima. Se non aggiustano il tiro il comune si vedrà subissato di ricorsi. E poi non danno il kit?? Ma è assurdo!!!

milazzese1
milazzese1
1 anno fa
Reply to  Gioia

E’ probabile che qualche testa gloriosa metta i propri rifiuti nel bidone altrui, c’é sempre quella minoranza di milazzesi incivili, zozzi e incoscienti. Non si rendono conto del danno che recano alla comunità.

Maria
Maria
1 anno fa

La signora Nunzia, dice che senza bolletta non le hanno dato il kit!! Ma questi dati sono in possesso dell’ente e mi sembra un abuso sul dover fornire dati che violano la privacy dei contribuenti. Al limite un’autocertificazione dovrebbe bastare. Cara redazione giri il problema all’amministrazione, a qualche consigliere. Credo che il problema sia piuttosto serio.

Peppe
Peppe
1 anno fa
Reply to  Maria

Mi scusi signora Maria ma che problema di privacy è mostrare la bolletta Tari si figuri che non vogliono manco sapere se è pagata o meno deve solo mostrarla per recuperare il codice cliente. Il problema vero è che molti non sono manco clienti. Non sarà il caso della signora Nunzia ma tanti sono sconosciuti all’anagrafe contribuenti.