Alessio Villarosa

Il deputato messinese Alessio Villarosa ha visitato l’ospedale di Milazzo per verificare le numerose problematiche presenti nel presidio. Ad accoglierlo c’era il direttore del Dipartimento Cure Ospedaliere dell’Asp Messina, Paolo Cardia.

“Mi sono recato al presidio ospedaliero “Fogliani” di Milazzo, per dar seguito all’incontro avuto con i vertici dell’Asp Messina in cui mi veniva annunciata l’imminente ri-trasformazione del Cutroni Zodda in Covid Hospital. Ho voluto verificare quanto questa scelta impattasse sui vari presidi della provincia. Sono stato ricevuto dal dottore Cardia che mi ha sia illustrato le diverse problematiche presenti e l’attività messa in campo per affrontarle sia dato numerose delucidazioni in merito alle diverse segnalazioni che mi erano giunte su alcune difficoltà vissute dagli utenti».

Il presidio vive, come ormai tutti i presidi della regione, l’annosa carenza di figure specialistiche fondamentali come anestesisti, ginecologi, cardiologi e perfino chirurghi alle volte, che devono essere garantiti da Milazzo anche al presidio di Lipari. «Queste difficoltà molto probabilmente nelle prossime settimane, si ridurranno grazie ai due concorsi che porteranno nuovi cardiologi e nuovi anestesisti – continua Villarosa,   esponente del Movimento Cinquestelle – è inoltre al vaglio della direzione generale la possibilità di utilizzare figure specialistiche di tutta l’asp per coprire il presidio di Lipari alleggerendo così la pianta organica di Milazzo».

Il pronto soccorso mamertino invece subisce con grosse difficoltà, da mesi ormai, la totale chiusura a pazienti no-covid del pronto soccorso di Barcellona, anche per questa problematica ci sono diverse soluzioni. «Ho chiesto al direttore di attenzionare le diverse segnalazioni ricevute da utenti in merito a lunghe e numerose attese per ricevere cure specialistiche all’interno del reparto di oculistica, che essendo un fiore all’occhiello della provincia viene, giustamente, sovraccaricato», conclude.

Condividi questo articolo