Nei giorni scorsi i Carabinieri della Compagnia di Milazzo guidata dal capitano Andrea Maria Ortolani hanno arrestato in flagranza di reato un giovane, maggiorenne, originario di Milano, e denunciato un minorenne di Roma, per i reati di resistenza e danneggiamento e, solo il primo, anche per violenza a Pubblico Ufficiale e lesioni personali.

I Carabinieri del Posto Fisso Stagionale di Panarea, nel corso di un servizio notturno di controllo del territorio dell’isola, nei pressi del porto e dei locali frequentati dalla movida, hanno notato i due giovani, entrambi studenti, mentre si picchiavano reciprocamente e, durante la colluttazione, danneggiare una motoape parcheggiata, provocandone la rottura del gruppo ottico anteriore e varie ammaccature alla carrozzeria. I militari, dopo averli separati non senza difficoltà, hanno subito una forte resistenza da parte dei due giovani, che hanno tentato di divincolarsi energicamente allo scopo di sottrarsi all’identificazione.

Una volta bloccati, durante l’accompagnamento presso gli uffici del Posto Fisso Carabinieri, il maggiorenne, già noto alle Forze dell’Ordine, ha colpito con violenza uno dei militari, facendolo rovinare a terra, e tentando la fuga a piedi, ma è stato subito rincorso e nuovamente fermato dai militari. Entrambi i giovani sono stati condotti presso gli uffici dell’ Arma e sottoposti ad identificazione e formalità di rito. Il maggiorenne è stato arrestato per resistenza e violenza a Pubblico Ufficiale, danneggiamento e lesioni personali.

Il minorenne dovrà rispondere della sua condotta presso 1’ Autorità Giudiziaria per i minorenni. Proseguono senza sosta i servizi dei Carabinieri per controllare le zone a maggior afflusso turistico, prese d’assalto nel mese di agosto, al fine di prevenire e reprimere eventuali reati, nonché verificare il corretto rispetto delle normative volte a limitare il contagio da Covid-19.

Condividi questo articolo