Sarà l’Arpa a stabilire se le emissioni diffuse dalla Raffineria di Milazzo tra venerdì e sabato notte a causa del blocco dell’impianto del “ciclo benzina” sono altamente nocive e non abbiano rispettato i limiti di legge. Quello che una nota del comune di Milazzo ha definito un  “disservizio”  ha provocato violente reazioni tra la cittadinanza ma un silenzio assordante da parte delle forze politiche che non hanno espresso alcun tipo di commento pubblico. Un fumo giallo e acre ha invaso l’intero comprensorio dalle 2 di notte di notte fino alla mattina. Una polvere, probabilmente catalizzatore bruciato, ha coperto la zona di Milazzo.

Il sindaco Pippo Midili, che ha mantenuto per se la delega all’Ambiente, dopo un atteggiamento cauto nella mattinata, nella serata di ieri si è allineato al sentire comune della cittadinanza: «Sono fortemente contrariato per quanto accaduto e per la mancanza di comunicazione immediata con la cittadinanza da parte della Raffineria. Dispiaciuto che simili episodi si vengano a verificare in un momento in cui a Milazzo vi sono molti turisti. Un danno all’immagine della città non facilmente recuperabile. Rinnovo l’invito ai vertici della Ram di attuare quanto necessario per sapere e quindi riferire cosa realmente è accaduto. Ciò in attesa del riscontro dell’Arpa con la quale sono stato in contatto costante e che in mattinata è stata in città».

 

 

 

Condividi questo articolo
guest
23 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Giorgio
Giorgio
3 mesi fa

Il turista se ne frega se c’è la raffineria…il turista vuole i servizi, vuole trovare un autobus, vuole trovare un taxi, vuole trovare la spiaggia pulita e attrezzata, vuole trovare gentilezza quando entra in un locale, vuole trovare un parcheggio, vuole trovare le strade pulite, vuole trovare intrattenimento, ecc ecc…
Ciaone!!!

Schifato
Schifato
3 mesi fa

VERGOGNATEVI TUTTI…. QUEI SOLDI CHE INTASCATE SONO MACCHIATI DI ROSSO

Alex
Alex
3 mesi fa

L’aria a Milazzo è irrespirabile sopratutto la notte. Come non ci si rende conto?

Realista
Realista
3 mesi fa
Reply to  Alex

Quanti post ai scritto su questo argomento prima di questo?!!
Da quanto tempo non respiri la notte?!! Sei stato in ospedale, sei sotto cura ?!! Fumi ?!!!
Oppure aspetti l’occasione per fare il leone da tastiera?!!!

Alex
Alex
3 mesi fa
Reply to  Realista

Sicuramente sei poco realista

Nino
Nino
3 mesi fa

Si è trattato di un guasto all’impianto. Milazzo si sta svuotando di abitanti per mancanza di opportunità lavorativa. Chiuse :Metallurgica , Galileo , Pirellied altri attività collegati . Di inquinamento si può morire , ma di fame si muore sicuramente

Tony
Tony
3 mesi fa
Reply to  Nino

non ti preoccupare che non si morirà di fame: con lo smantellamento, la bonifica, la costruzione di un aeroporto e la realizzazione di una riviera balneare tipo Rimini-Riccione ci sarà lavoro per te e le tue prossime generazioni

Last edited 3 mesi fa by Tony
giovanni
giovanni
3 mesi fa
Reply to  Tony

concordo in pieno con le tue meravigliose idee solo un piccolissimo problema secondo me 1) trovare chi mette i soldi per bonificare la zona 2)chi mette i soldi per costruire un aeroporto 3) chi mette i soldi per realizzare il litorale tipo Rimini.(ti faccio notare che ancora oggi esistono pezzi della ex Montecatini alle spalle della vecchia stazione spero tu riesca a realizzare il tuo sogno perché e un bellissimo sogno buona fortuna)

Tony
Tony
3 mesi fa
Reply to  giovanni

1)stai tranquillo che quando c’è da fare soldi gli investitori arrivano come le api sul miele 2) il PNRR ha destinato 25 miliardi di euro per il meridione 3) la Montecatini non la vuole nessuno perchè non è vicina al mare, non è manco buona per fare un parcheggio libero, prima la demoliscono e meglio è

Last edited 3 mesi fa by Tony
Realista
Realista
3 mesi fa
Reply to  Tony

PNRR= Prendo, Nascondo, Riciclo, Rido…. già si fregano le mani come con tutti gli altri fondi… tanto poi paga sempre pantalone!!!

giovanni
giovanni
3 mesi fa
Reply to  Tony

infatti e ancora li io non ero ancora nato e già non funzionava tutti questi investitori che dici tu io ad oggi non li ho visti purtroppo il tuo e mero populismo che non porta da nessuna parte spero per te e la città di Milazzo che ciò che ai prospettato si avveri altrimenti i nostri figli,nipoti e pronipoti si dovranno subire lo scempio di vedere la ferraglia cadente ciao buona fortuna

Cerneco dell'Etna
Cerneco dell'Etna
3 mesi fa
Reply to  Tony

Non ti agitare troppo, tanto sarà la RAM a chiudere, perché ci sta perdendo 20 milioni di € al mese (incontro organizzato da RAM in Confindustria a Messina che ha convocato sindacati e politici che non hanno capito bene). Non è un problema solo di RAM, con la transizione energetica difficilmente il mercato ritornerà quello di prima e le probabilità di chiusura sono altissime e a breve. Gli impianti che valgono andranno altrove, nei paesi in via di sviluppo, magari in India (già visto). Poi sarà deposito costiero, per stoccaggio prodotti semilavorati raffinati in medio oriente. Forza lavoro? Una cinquantina… Leggi il resto »

Giorgio
Giorgio
3 mesi fa
Reply to  Tony

e perchè fin ora tutte queste belle cose non son state realizzate?

Tony
Tony
3 mesi fa
Reply to  Giorgio

finchè quell’ ecomostro sarà in piedi non verra realizzato nulla

Realista
Realista
3 mesi fa
Reply to  Tony

e chi lo drovebbe fare?!!! La politica milazzese, la regione, lo stato. Non sono in grado di garantire i servizi essenziali e pensate che trasformano milazzo in Rimini o Riccione. 8km di costa ci sono e 4 lidi in croce… non c’é proprio cognizione di come si fa turismo in un posto dove la gente in estate rimane massimo 3 notti. L’aeroporto poi é da 10 anni che se parla…fuffa. La bonifica lo smantellamento… fatevi in giro a Gela per vedere quanta gente lavora allo smantellamento…. meu!!! Poveri illusi, tra poco meno di 10 anni la Raffineria chiuderà di suo… Leggi il resto »

Cittadino disgustato
Cittadino disgustato
3 mesi fa

Quasi sicuramente non c’è ne sarà stato