Complessivamente sono state quasi 4000 le utenze distribuite in tutto il territorio di Milazzo che in questi giorni sono rimaste al buio a Milazzo. La rete elettrica gestita da e-Distribuzione da anni sta dimostrando tutta la sua inadeguatezza ma  – allo stato dei fatti – non sembrano essere stati effettuati interventi concreti e duraturi affinchè mezza Milazzo non subisse questi gravi disagi e rimanesse per decine di ore senza la fornitura elettrica. C’è da dire, anche, l’impossibilità di ottenere notizie certe e ufficiali visto che E-distribuzione non ha diramato alcuna comunicazione alle testate locali per aggiornare sulla drammatica circostanza che ha creato ingenti danni anche a decine di attività commerciali e ricettive. Il caldo e l’aumento della richiesta di energia accade in tutta Italia e, in particolare, nelle realtà turistiche ben più importanti e popolate di Milazzo, ma non accadono sistematicamente questi problemi che ormai si ripetono da almeno tre anni sempre tra luglio e agosto.

Solo alle 2 della notte scorsa, infatti, è ritornata l’energia elettrica in tutte le abitazioni cittadine. Operai e tecnici di Enel Distribuzione – ben 48 le persone impiegate nei cantieri aperti in diverse strade del centro urbano – hanno effettuato i numerosi interventi di riparazione dei cavi danneggiati, ripristinando le linee che erano andate in tilt. Un’attività che ha impegnato le varie squadre per quasi 18 ore consecutive.

La speranza è che oggi non vi siano altri inconvenienti anche se chiaramente resta da verificare se le alte temperature non andranno ancora una volta a provocare quei surriscaldamenti che determinano l’interruzione della distribuzione dell’energia elettrica in alcune zone di Milazzo ed in particolare nell’area di San Papino, Grotta Polifemo, Borgo e via Cumbo Borgia che anche in passato hanno subito questi problemi.

Le squadre di E-distribuzione sono comunque rimaste a Milazzo per fronteggiare eventuali emergenze che dovessero verificarsi nel corso della giornata. Vengono mantenuti a Milazzo anche i quattro generatori di corrente che sono stati inviati per un supporto in una fase in cui quasi 4000 utenze sono rimaste al buio.

 

Condividi questo articolo

guest
9 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Ex dipendente enel
Ex dipendente enel
1 mese fa

Non pagare la prossima bolletta sarebbe il minimo, e farla pagare a chi ha omesso i controlli. Ai tempi di Enel mai successo questo. Vergognatevi.

Tony
Tony
1 mese fa

magari, la vedo difficile… solo con la voce “oneri di sistema” , senza consumare neanche un Watt, si accaparrano 35-40 euro che vanno a finanziare sprechi pubblici colossali , opere incompiute , enti statali e parastatali perennemente in perdita etc, etc

Portavoce
Portavoce
1 mese fa

La corrente e l’acqua verranno ripristinati sono se le utenze sono in regola con i pagamenti. Chi non è in regola prima paga il dovuto (in alcuni casi anche gli addebiti per il ritardo) e poi verranno ripristinate automaticamente il giorno seguente alle ore 8.00, le forniture di acque ed energia elettrica. Questo vale per tutti i cittadini residenti sul territorio.

SalvoC
SalvoC
1 mese fa
Reply to  Portavoce

Portavoce di chi? Se è una difesa è alquanto improduttiva.
L’incompetenza non ha portavoce nè scusanti.

SalvoC
SalvoC
1 mese fa

Bingo! Stamattina manca l’acqua in zone del Capo.
I Vigili non hanno comunicazione in merito ed all’ufficio acquedotto prima rispondono e riattaccano e poi non risponde più nessuno.
Grazie sempre.

Oratipassa
Oratipassa
1 mese fa

Ci si attende a breve anche un guasto idrico, tanto per fare l’accoppiata luce e acqua

cat
cat
1 mese fa
Reply to  Oratipassa

classica combo dell’estate milazzese!

cat
cat
1 mese fa

dai, facciamo trasportare – stante la penuria di energia elettrica indegna di una città moderna – decine di gruppi elettrogeni a Capo Milazzo per il Mish Mash, ma poi vietiamo nella stessa area pic-nic ed ingresso con bici, perché fauna e flora necessitano di quiete, tanto che anche raccogliere una margherita lì sarebbe reato! Perché il Castello non andava bene come sede?

Last edited 1 mese fa by cat
Vita padre madre
Vita padre madre
1 mese fa
Reply to  cat

Per i gruppi elettrogeni a gasolio ,e quindi inquinanti dove sono gli ambientalisti? A guardarsi i concerti?