La verifica della documentazione, i chiarimenti ricevuti dalla ditta hanno portato alla conclusione dell’iter di aggiudicazione della sosta a pagamento e oggi è stata pubblicata la determina che dà il via libera al raggruppamento  temporaneo di imprese “TC Italia servizi” di Napoli di gestire il servizio per i prossimi 12 mesi.
La società campana già lunedì prossimo – 19 luglio – sarà a Milazzo per la consegna delle aree da parte del Comune e a quel punto i propri tecnici e gli operai procederanno all’installazione  della segnaletica  stradale verticale/ orizzontale;  alla installazione di 42 parcometri di nuova generazione, nonché di sensori wireless  per il monitoraggio della presenza dei veicoli negli stalli blu. A seguire gli altri adempimenti, quali l’assunzione degli ausiliari del traffico per il controllo della sosta e l’attivazione dell’App per consentire, come avviene in quasi tutte le città, la fruizione del servizio attraverso il proprio smartphone.

Entro la fine della prossima settimana i parcheggi a pagamento dovrebbero essere attivi.

Sempre lunedì 19 luglio la società “TC Italia servizi” incontrerà alle 11 a palazzo dell’Aquila, alla presenza dell’Amministrazione comunale, anche i rappresentanti dei commercianti e del “Centro commerciale naturale” per illustrare le caratteristiche del servizio e le eventuali opportunità concesse attraverso abbonamenti o altre formule di pagamento. Alcuni negozianti del centro cittadino hanno infatti anticipato di essere disposti a pagare la sosta sulle strisce blu ai clienti che sceglieranno le loro attività per gli acquisti.

I parcheggi a pagamento saranno  987, dei quali 798 a tariffa ordinaria e 189 a tariffa stagionale (nella fascia costiera di Ponente) . Gli stalli liberi saranno invece 935  (723 in centro e 223 sempre a Ponente) regolamentati col  disco orario eccetto per i residenti autorizzati.

DIETRO LE QUINTE. La ditta che ha vinto la gara ha presentato un rialzo del 275% sul 15% di base richiesto dal comune. Dovrà corrispondere, dunque, il 56% dei proventi all’ente municipale e con il restante 44% dovrà coprire le spese e ottenere un utile. I ritardi nell’aggiudicazione della gara bandita ad aprile sarebbero legati ad un contenzioso tra la TC Italia servizi ed il comune di Barletta per presunte inadempienze nell’ambito della gestione dei parcheggi e che ha portato alla revoca della concessione. I legali della società campana hanno però presentato chiarimenti che hanno portato la commissione di gara a ritenere che i  fatti «non sono tali da inficiare l’integrità e l’affidabilità della società» .

Condividi questo articolo
guest
9 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Cittadino disgustato
Cittadino disgustato
2 mesi fa

Il nostro sindachello sta facendo le stesse cose di pino

Peppe
Peppe
2 mesi fa

Scelta stupida di chi non ha idee e si aggrappa a vecchi stereotipi. Il nuovo e quello che serve sono parcheggi a pagamento fuori dal centro urbano e servizi da e per il centro. Liberare Milazzo dai catorci rumorosi e inquinanti. Ma lo capirete nel prossimo secolo… manco sapete fare copiato da citta turistiche prossime a noi.

Renato
Renato
2 mesi fa

Ragazzi non vi allarmate , quando questi campani capiranno che con il 40% che gli resta non copriranno nemmeno le spese , scapperanno come hanno fatto tutti finora…solo questione di tempo … Milazzo non è per i parcheggi a pagamento , e non lo sarà mai …soprattutto se chi ha il compito di assegnarli , li progetta così

Fiamma
Fiamma
2 mesi fa

Ora vi battiamo le mani!! Pensate che Milazzo possa essere una cittadina all’avanguardia, ma resta e resterà sempre invivibile e mal governata. Le menti eccelsi sfornano sempre idee meravigliose! Potevate pensare ad un modello tipo Taormina!! Mezzi pubblici in più che servono bene ogni zona della città! No, è meglio affossare sempre il milazzese! Gli stranieri devono pagare!!!!!

Geremia
Geremia
2 mesi fa

Speravo che lei caro Sindaco era un po’ diverso dagli altri più vicino ai bisogni della gente che lavora e che no può permettersi di pagare ogni giorno ora dopo ora il parcheggio ! Lei sa benissimo che molti non possono permettersi questo. Lei ,i consiglieri, gli assessori avete i parcheggi riservati al porto quando lavorate ! Date l’esempio! Pagate pure voi.!! Tutti uguali