Il Coordinamento Territoriale di Milazzo della Lega dice no ad un termoutilizzatore nella Valle del Mela. Il coordinamento presieduto da Antonella Bartolomeo, fa riferimento all’avviso esplorativo del Dipartimento dell’Acqua e dei Rifiuti in cui si chiede la presentazione di proposte di finanza per la progettazione, costruzione e successiva gestione di due termoutilizzatori in Sicilia.
«I termoutilizzatori rappresentano in linea generale, nella gerarchia della gestione integrata dei rifiuti, una delle soluzioni valide e condivisibili previste dalla normativa per consentire il superamento del perenne stato d’emergenza che ha sempre caratterizzato la gestione dei rifiuti in Sicilia – si legge nella nota –  tuttavia, il Comune di Milazzo e il Comprensorio del Mela – che costituisce una delle quattro “Aree ad Elevato Rischio di Crisi Ambientale” in Sicilia – oltre ad essere Sito di interesse nazionale (Sin) – subiscono già l’incidenza di un notevole impatto negativo sull’ambiente e sulla salute pubblica, come peraltro rivelano gli studi epidemiologici e scientifici condotti negli anni in tale area».
Il Coordinamento Lega Milazzo, dunque, «assume una posizione assolutamente contraria alla localizzazione in un termoutilizzatore». A firmare il documento  anche Pino Ragusi, Santi Grillo, Giusy Nania, Damiano Maisano e Antonio Giardina.

 

 

Condividi questo articolo
guest
3 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Il grillo
Il grillo
4 mesi fa

Questo volta gabbana prima appoggiava A2A ora è contro, qualcosa non quadra.

Giuseppe de natale
Giuseppe de natale
4 mesi fa

Penso che la linea della lega milazzese non è in linea con quella nazionale. Vuol dire che continueremo a gettare i rifiuti nelle discariche e quindi inquinare le falde acquifere. Sei veramente un genio. Complimenti.

carmelo
carmelo
4 mesi fa

E’ utile, ma non nel mio giardino! Complimenti ai salviniani di sicilia (vergognosi), posizione opportunistica e cialtronesca, come d’altronde tutta la politica dei nostri giorni, quella fatta sui social, di cui la lega è capofila.