L’Amministrazione comunale prosegue con controlli e le sanzioni contro l’abbandono dei rifiuti. Domenica diverse sanzioni, grazie anche al supporto delle prime telecamere installate. I verbali elevati costeranno cari ai trasgressori con multe da 400 euro in su.
“E’ inconcepibile che anche quando non risultano esserci problemi con la discarica e  la raccolta avviene con assoluta  regolarità, vi siano gli “irriducibili” – afferma il sindaco Pippo Midili – ovvero coloro che a tutti i costi debbono contra-stare chi vuole offrire ai turisti e agli stessi cittadini una Milazzo pulita e decorosa».
Gli interventi congiunti di vigili urbani e personale della Caruter hanno riguardato la via Ciantro, via Umberto I, via XX Settembre, via Risorgimento,  e la litoranea di Ponente. Molte zone sono quelle dove insistono delle attività commerciali che continuano a liberarsi, già da sabato di cartone e plastica, in dispregio a quanto previsto nel regolamento del servizio. Mentre anche diversi contenitori condominiali posti all’esterno dei palazzi vengono puntualmente riempiti. Anche questa è una pratica vietata.

«Paradossale è poi – sottolinea lo stesso sindaco – quello che accade nei cestini portarifiuti che abbiamo installato sul territorio. Al Tono infatti sono stati abbandonati persino un ombrellone e cartoni della pizza, oltre a vari sacchetti, al Capo, addirittura un bidone utilizzato per il trasporto del carburante. Due luoghi turistici mortificati dall’inciviltà di qualcuno che evidentemente ritiene che in questa città tutto sia possibile. E invece non lo è. Gli “zozzoni” vanno bloccati per non mortificare l’immagine di una intera città».
Il sindaco ha annunciato che nelle prossime settimane, oltre ai controlli manuali, ci saranno quelli delle fototrappole, alcune delle quali fornite dalla stessa Caruter che saranno posizionate non solo nelle aree più decentrate ma anche nel centro cittadino.       

                                                                                     

Condividi questo articolo
guest
9 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Pinella Ieni- Ullo
Pinella Ieni- Ullo
5 mesi fa

Noto con piacere che l’ esempio del sindaco di Messina, De Luca, viene seguito anche da altri Bene!!

Marcus
Marcus
5 mesi fa

Bisognerebbe pulire le spiagge, che si corre insieme all’immondizia, non si può cercare di fare turismo quando la nostra città è piena di erbacce e sporcizia di ogni genere

Renato
Renato
5 mesi fa

Non bisogna arrendersi alla inciviltà! Bisogna perseverare senza riluttanza. Purtroppo mi dispiace dover affermare che non si tratta di solo di uno sparuto numero di “zozzoni” ma di un modo di vivere che è duro a morire. Nel mio condominio, ogni estate, combatto una battaglia senza riserve contro coloro che a qualsiasi ora del giorno abbandono i propri rifiuti senza alcuna differenziazione.

Turista
Turista
5 mesi fa

Da turista ma da originario, è un vero paccato vedere ogni anno Milazzo, città storica e meta turistica, con problemi legati all’inciviltà di “poche” persone.
In spiaggia all’80% ci andate voi residenti, la vostra spiaggia, il vostro mare….. È così bello….
Dovete attrarre i turisti, non mandarli via.
E se i cestini sono pieni….. Beh ci vuole buon senso.

Peppe
Peppe
5 mesi fa

Tutta la mia solidarietà al Sindaco in questa battaglia contro gli irriducibili incivili. Fategli le multe e soprattutto fargliele pagare . In alcuni comuni oltre alle multe salate gli fanno espletare dei servizi per la comunità. Li potremmo usare questi LORDI per pulire dove i LORDI come loro sporcano.