La Divina Commedia rivive in un’opera d’arte inaugurata all’Istituto “R.Guttuso” di Milazzo, nel locali del Liceo Artistico, sede di via Gramsci, per celebrare i 700 anni dalla morte di Dante Alighieri nell’ambito di un progetto europeo, Erasmus+KA 220, “The more variety, the better society”, con il partenariato di Lituania, Polonia, Portogallo, Romania, Turchia. E’ una singolare composizione verticale, con elementi simbolici, situata nell’atrio scala dell’edificio, a tre livelli, realizzata dallo scultore e docente del Guttuso, Maurizio Calabrò, in sinergia con un team di colleghi e di allievi di ambedue gli indirizzi della scuola.

Interessante l’installazione del vascello infernale di Ulisse: un gozzo costruito con pezzi autentici di imbarcazioni locali, donati dal Museo Etno antropologico di Milazzo, sul quale si potranno scrivere messaggi. Nell’evento organizzato per l’inaugurazione, il 9.06.2021, vi è stata la prima visita guidata offerta agli ospiti intervenuti e a quelli dei paesi stranieri video-collegati in streaming , accompagnata da brevi letture dei versi del sommo poeta a cura della professoressa Anna Arizzi, con la partecipazione delle alunne del liceo Artistico Gaia Puglisi, Giorgia Greco, Aurora Zecchetto, Stefania Bartuccio.

Un video, realizzato dalla docente Maria Grazia Pagano insieme agli alunni del Liceo, ha tradotto la bellezza della poesia dantesca e dell’installazione artistica in suggestive immagini, colonne sonore ed effetti speciali. Moderatrice della conferenza la docente di inglese Loredana Pellegrino.

Dopo i saluti della dirigente Delfina Guidaldi, sono intervenuti l’assessore alla cultura del Comune di Milazzo, Francesco Alesci, Filippo Russo, presidente del Consiglio della Biblioteca comunale di Milazzo. Presenti i docenti che hanno cooperato a vario titolo nel progetto, la co-progettista, Eva Salmeri, e Angela Caprino, Giuseppe Guerrera, Gabriella La Fauci, Concetta Maio, Cristina Mastroeni, Maria Grazia Pagano, Anna Arizzi e Vincenzo Cicero. L’omaggio a Dante sta prendendo forma con modalità varie e innovative, anche al Guttuso. La scuola offrirà a Milazzo il suo contributo artistico e culturale aprendo presto le visite al pubblico esterno, su prenotazione.

«Un’iniziativa lodevole – ha detto Alesci – che coniuga l’aspetto culturale-letterario a quello anche della promozione della nostra città e quindi un plauso ad una scuola che è sempre pronta a confrontarsi con azioni finalizzate non solo a valorizzare i propri studenti ma l’intero territorio».

Condividi questo articolo