Oggi, 10 giugno, giorno dell’impresa di Premuda di cui fu protagonista nel 1918, l’Eroe milazzese Luigi Rizzo, la Marina ha celebrato la propria festa. Un appuntamento che, nonostante le restrizioni post Covid-19 è stato ugualmente organizzato con una cerimonia diversa rispetto al passato, caratterizzata sostanzialmente dalla deposizione della corona d’allora davanti al monumento del comandante Rizzo, in via Crispi e dalla lettura della preghiera del marinaio.

A presenziare il capitano di vascello Giuseppe Catapano, comandante del Comando supporto logistico e del presidio della Marina Militare di Messina, il sindaco Pippo Midili, il comandante della Capitaneria di porto di Milazzo Massimiliano Mezzani, i vertici di Carabinieri, Guardia di Finanza e Polizia.

Presenti anche alcuni rappresentanti della famiglia Rizzo, dell’associazione marinai d’Italia e dell’istituto “Nastro Azzurro”, sezione di Milazzo, Barcellona e Comprensorio dei Peloritani.

Condividi questo articolo