Il progetto EduchiAmo al Cinema chiude i battenti. Il primo giugno si è svolta una manifestazione in cui sono stati presentati i prodotti creativi scaturiti dalle attività di studio, ricerca e laboratorio. All’incontro, condotto dal dirigente scolastico Alessandro Greco in videoconferenza sulla piattaforma Google Meet e trasmesso in diretta sulla pagina Facebook dell’Istituto Comprensivo Terzo di Milazzo, hanno partecipato i dirigenti scolastici delle scuole della rete, il direttore scientifico del progetto Salvo Presti, le associazioni Med (Associazione italiana di Media Education) e Magico di Milazzo, i docenti e gli studenti di scuole primarie e secondarie di I grado convolti nel progetto: la classe quinta di Santa Marina e le classi II C e III D del Terzo Comprensivo Milazzo, ente capofila; le quinte A e B primaria e la II B secondaria dell’Istituto Comprensivo di Torregrotta; le quinte B e C primaria e la II B secondaria del Convitto Nazionale G. Falcone di Palermo; la classe quinta F e le quarte G e H della Direzione Didattica “V. Landolina” di Misilmeri.

Il progetto, svolto attraverso le fasi di formazione per i docenti, cineforum, analisi critica e produzione creativa, ha avuto la finalità di educare docenti ed alunni ad un approccio riflessivo verso i prodotti cinematografici e il mondo dei video più in generale e, al tempo stesso, promuovere un uso consapevole dei linguaggi multimediali per la lettura critica e per l’autoproduzione. Durante l’incontro, i docenti e gli studenti hanno presentato i propri lavori, condividendoli tra tutti i soggetti coinvolti in questo lungo ed intenso percorso formativo. I prodotti audiovisivi hanno sviluppato il tema Sicilianità tra stereotipo e smitizzazione dello stereotipo, articolato in tre filoni narrativi: la Sicilia come terra di mafia; la Sicilia terra di donne sottomesse in una società fortemente connotata al maschile; la Sicilia inerte e “fannullona”, da cui fuggire, ma che rimane dentro come territorio dell’anima, luogo lontano e perduto da rivivere in chiave nostalgica.

In particolare, per quanto riguarda il lavoro degli studenti del Terzo Istituto Comprensivo, gli alunni della quinta di Santa Marina, sostenuti dalle insegnanti Graziella Tomarchio e Giada Magliarditi, hanno presentato un e-book e stop motion, rielaborando creativamente La famosa invasione degli orsi in Sicilia, film di animazione del 2019, e restituendo un’immagine dell’isola colorata e fantastica. Gli allievi di classe seconda e terza della Zirilli, guidati dai docenti Caterina Abbriano e Domenico Le Donne si sono cimentati nella realizzazione del docufilm Regine senza re, in cui sono rappresentate donne del passato e del presente le cui scelte ed esperienze personali contrastano stereotipi e luoghi comuni radicati nell’immaginario collettivo.

https://sites.google.com/terzocomprensivomilazzo.gov.it/educhiamo-al-cinema/home

Condividi questo articolo