Microdiscariche sparse in tutto il territorio, raccolta di ingombranti fissata a distanza di mesi, numeri di telefono che squillano a vuoto. Nessuna distribuzione di calendari e kit. Ad un mese di distanza dall’entrata in servizio della Caruter nella gestione del servizio di igiene urbana a Milazzo, il bilancio non è di certo positivo. E’ comprensibile che ci sia ad ogni passaggio di consegne un periodo di assestamento ma la situazione in alcune zone sfiora l’emergenza e forse, anche la significativa riduzione del personale, non ha di certo giovato alla qualità del servizio. Ci sarà una piccola parte di gente che smaltisce senza rispettare le regole e il calendario quotidiano, ma forse c’è qualcosa da rivedere. Tante le segnalazione giunte ad Oggi Milazzo dai lettori che non riescono ad avere un contatto diretto con la Caruter.

Maggiori risposte si avranno mercoledì 19 maggio  alle 12 in aula consiliare. E’ prevista, infatti, la conferenza stampa di presentazione del nuovo servizio di igiene ambientale avviato il mese scorso dalla Caruter di Brolo nella città di Milazzo.

L’obiettivo della ditta, che gestirà a Milazzo l’appalto per i prossimi sette anni, è fornire ai cittadini tutte le informazioni per una corretta attività di smaltimento dei rifiuti rispettando tutte le indicazioni fornite.
Ciò per tentare di vincere la grande scommessa di una città più vivibile, più sana, più bella e che, a regime, dovrebbe comportare anche un risparmio per le famiglie e le aziende.

All’incontro, che si svolgerà in presenza, nel pieno rispetto delle norme anti-covid, ma che potrà essere seguito dai cittadini in streaming sulla pagina di Oggi Milazzo, parteciperanno oltre ai responsabili dell’azienda, il sindaco Pippo Midili ed i funzionari dell’ufficio Ambiente di palazzo dell’Aquila.   

ECCO ALCUNE FOTO INVIATE ALLA NOSTRA REDAZIONE OGGI

Condividi questo articolo