Dopo una pulizia iniziale, a ridosso della vittoria elettorale, le strade, le ville e le aiuole di Milazzo sono ritornate ad essere preda di erbacce. Il simbolo è la centralissima Piazza Nastasi con i giochi coperti dalla vegetazione. Per affrontare il problema, il comune ha avviato l’iter per un accordo quadro e predisporre la manutenzione del verde pubblico e della scerbatura delle strade. La decisione scaturisce – evidenzia l’Amministrazione – dalla necessitĂ  di affidare in tempi rapidi il servizio ad una ditta esterna, considerata l’assenza di giardinieri comunali.
Il ricorso all’Accordo quadro scaturisce dalla necessità di non obbligarsi anticipatamente al pagamento della somma prevista dalla perizia redatta dagli uffici per l’intero anno ammonta a 279 mila euro.

Nei prossimi giorni l’individuazione della ditta attraverso l’offerta economicamente più vantaggiosa.

“C’è la necessità di attivarsi subito affidando proprio per l’assenza di nostro personale il servizio all’esterno – sottolinea l’Amministrazione – e quindi contiamo a stretto giro di avviare gli interventi necessari sul verde pubblico, procedendo allo scerbamento delle strade comunali, al fine di rispondere in maniera rapida ed adeguata alle problematiche che si riscontrano sulle aree di proprietà comunale e alle esigenze di utilizzo dei cittadini”.

ASSUNZIONE DI CINQUE GIARDINIERI. Anche l’ultimo giardiniere comunale è ormai prossimo alla pensione e quindi da qui a qualche mese a palazzo dell’Aquila non ci saranno più operai da utilizzare per la bonifica delle varie zone cittadine. Una situazione che ha indotto l’Amministrazione ad intervenire in duplice direzione. Da un lato è stato chiesto agli uffici di predisporre una perizia per avviare i necessari lavori di bonifica e decespugliamento, dall’altro di avviare l’iter per assumere dall’esterno almeno cinque giardinieri, attraverso la selezione che, per queste categorie, è di competenza del Centro regionale per l’impiego. In tale ottica è iniziata l’interlocuzione con l’ufficio di Messina.

Condividi questo articolo
guest
5 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
gigi
gigi
1 mese fa

tanto tempo fa …. quando gli spazzini pulivano le strade, con la loro pala, tranciavano l’erma ai bordi delle strade. PerchĂ© adesso si debbono spendere migliaia di euro in piĂą per questo servizio???

Figlia di milazzo
Figlia di milazzo
1 mese fa

I parchi giochi sono un diritto dei nostri figli, apriteli, rinnovateli, createli!! In questa cittĂ  esistono anche i bambini e dopo tutto quello che stanno attraversando hanno il sacrosanto diritti di avere parchi attrezzati per loro!! Il prima possibile, fate una raccolta fondi fate pagare 50 centesimi l ingresso fate di tutto per realizzare qualcosa per i nostri figli!

Don piricuddo
Don piricuddo
1 mese fa

Perché non pulite la strada che porta al palazzetto quella che inizia dalla piscina che è ridotta una schifo

Milazzisi
Milazzisi
1 mese fa

I parchi gioco sono abbandonati da mesi ormai…nonostante la possibilitĂ  di apertura i cancelli restano chiusi…e ci fosse una voce , un giornale o qualche politico locale che si chiede il perchĂ© e se sia giusto o meno.

massimo
massimo
1 mese fa
Reply to  Milazzisi

Di sicuro un parco giochi non e’mai stato chiuso: quello di Bastione viene regolarmente irrigato, tagliata l’erba, tenuto in ordine. Decine di ragazzi ci giocano a pallone sulla superficie maggiore regolarmente trinciata.
Naturalmente se ne occupa solitariamente da anni un privato cittadino insofferente al degrado che fa tutto da solo.