IL CASO. Può un water finire al centro di un “complotto politico”? A Milazzo, evidentemente, è così. Al punto che abbandonare un vecchio wc in ceramica tra le aiuole di Piazza San Papino viene intesa come “una sfida all’amministrazione”, un “inequivocabile segnale”, in poche parole un modo subdolo per boicottare l’attività di decoro che sta portando avanti l’amministrazione. Il primo cittadino Pippo Midili, che la butta in politica, avverte stoicamente: «Non abbiamo paura“.

Il post è stato pubblicato stamattina sulla pagina “Pippo Midili sindaco”  e ripreso dall’ufficio stampa del Comune di Milazzo con il titolo “Gesti di inciviltà che vanno oltre ogni logica politica“. Non è la prima volta che Midili si sofferma sull’inciviltà dei cittadini. Dai banchi dell’opposizione evidentemente la prospettiva era diversa, ora è più nitida visto che i disservizi – per carità plausibili visto il cambio di gestore, la carenza di personale e un assetto che verrà trovato solo tra qualche mese – sono all’ordine del giorno. Uno smacco per chi ha puntato tutto sul “decoro”. Ed ecco cominciare a individuare “nemici” e “complotti” per giustificare quello che è la normalità nella gestione pubblica a queste latitudini. 

«Il segnale è chiaro – ha scritto Midili pubblicando la foto del water abbandonato – La sfida ad un’Amministrazione e ad una città che vuole cambiare pagina e vivere in una Milazzo pulita e dignitosa, è evidente. A San Papino, appena due giorni dopo la fine dei lavori di pulizia della piazza, ecco il segnale indirizzato da chi vuole mortificare la città. Non abbiamo paura. Nonostante tutto, noi restiamo Milazzo e chi ha lanciato la sfida resta identificato nell’oggetto buttato per terra».

L’EX SINDACO FORMICA.  Sull’argomento è intervenuto anche l’ex sindaco Giovanni Formica con un post sui social. «Il buon Midili la butta in politica – scrive Formica –  facendo intendere ai milazzesi che dietro l’abbandono di un water in piazza San Papino ci sia un disegno politico, un attentato alla democrazia di cui, manco a dirlo, lui sarebbe vittima.  Traduzione: c’è una parte “politica” disposta a tutto pur di evitare questa rivoluzione ed è ragionevole presumere che proprio quella parte politica, nottetempo, si aggiri per la città con i cofani delle auto pieni di cessi e di sacchetti da abbandonare a bordo strada. Questa è una sfida all’Amministrazione.
Se fosse vero il teorema – continua l’ex primo cittadino – bisognerebbe declinarlo per intero. Oggi è in carica l’amministrazione Midili di destra; prima c’era il centrosinistra. Domanda: prima dell’amministrazione Midili, chi abbandonava i rifiuti? Sindaco, non provarci nemmeno – avverte – Le microdiscariche sono il prodotto di una sottocultura difficile da estirpare. Di porci ce ne sono stati, ce ne sono e ce ne saranno anche in avvenire».
Formica conclude. «Se sostieni la tesi di una strategia politica attuata per mettere in difficoltà la tua amministrazione, autorizzi tutti a ritenere che in passato sia avvenuto proprio questo. Io, ovviamente, non ci avevo mai pensato e non ci credo, anche a costo di sfidare il detto sul “lupu di malascuscienza…».

Condividi questo articolo
guest
24 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Giovanni Qualunque
Giovanni Qualunque
4 mesi fa

Caro Sindaco se non fai lo “Sceriffo” difficilmente a Milazzo si potrà avere una Citta sufficientemente decorosa.

Peppe
Peppe
4 mesi fa

e bravo lo schifo di persona che ha lasciato il water in mezzo alla strada! te ne devi andare a vivere nelle favelas, non a milazzo!

Altair
Altair
4 mesi fa

Midili non ha parlato di “disegno politico”… ma di attacco all’Amministrazione. E chiunque compie simili gesti deprecabili, di questa o altra natura, attenta alle istituzioni, indipendentemente da chi le rappresenta. L’ex sindaco Giovannino ha perso l’ennesima occasione per stare zitto replicando con una risposta che ci azzecca quanto i cavoli a merenda

Biagio
Biagio
4 mesi fa
Reply to  Altair

ma può essere preso sul serio una persona che si firma altair? oh malanova

Mandrake
Mandrake
4 mesi fa

Dall’elenco fatto da “cittadino attento” devo dire che sicuramente più che attento non ha niente di meglio da fare che girare per Milazzo per trovare qualcosa di negativo da addebitare a chi governa la città, vista la sua “attenzione”, gli darei l’incarico di prestare la sua attenzione e fare un elenco dettagliato delle problematiche da presentare al Sindaco che provvederà a sistemare il tutto

Asterix
Asterix
4 mesi fa

È vero che l’inciviltà fa parte di una sottocoltura difficile da eradicare, ma nessuno provi a mettere sullo stesso piano ciò che avveniva prima con adesso.
Prima c’erano incivili che sporcavano ma un’Amministrazione dormiente che stava a guardare. Ora ci sono incivili che sporcano ma un’Amministrazione che prova a intervenire e pulire (e giustamente si inca22a)