VIDEO. Anche quest’anno la processione di San Francesco di Paola non si è svolta a causa della pandemia. Si sarebbe dovuta svolgere oggi – prima domenica di maggio – a conclusione dei tredici venerdì dedicati al co-patrono della città di Milazzo.

Rispetto all’anno scorso, anche se in numero contingentato, i fedeli hanno potuto partecipare alle funzioni religiose celebrate al santuario guidato dal Superiore padre Giuseppe Ceglia. Stamattina si è tenuta una messa solenne presieduta da Mons.Giuseppe Fiorini Morosini, già amministratore apostolico di Reggio Calabria.  Secondo tradizione, il sindaco Pippo Midili ha consegnato al Santo le chiavi della città.

Nel pomeriggio, invece, la statua del taumaturgo di Paola, patrono della gente di mare e è stata posta all’ingresso del Santuario per una benedizione. Nello specchio d’acqua prospiciente i rimorchiatori del porto hanno salutato il santo con giochi d’acqua.  I mbuttaturi con la tradizionale musica “Scherzosa” della banda musicale cittadina hanno simulato un balletto intonando la celebre intonazione: «Viva u santu padri”

Martedì 4 maggio è in programma la cerimonia della “Berrettella” con la posa sempre da parte del primo cittadino di una corona d’allora nelle acque del promontorio, quale omaggio della gente di mare al Santo per il quale nutrono da sempre una straordinaria devozione.   

Condividi questo articolo