Fino a sabato 15 maggio  sono sospese le attività degli esercizi balneari, la fruizione delle spiagge libere e la balneazione in tutta l’Isola. Lo stabilisce un’ordinanza del presidente della Regione, Nello Musumeci, pubblicata ieri sera, nell’ambito di  “Misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19”.

Un provvedimento che oggi 1 maggio a Milazzo vieta l’accesso alla spiaggia di Ponente o alle Piscine di Venere al Capo. Limitazioni che si vanno a sommare alle ulteriori interdizioni alle piazze agli scorci di Milazzo tradizionalmente luoghi di assembramenti (LEGGI QUI) come la Marina Garibaldi disposte dal sindaco Pippo Midili. E’ logico che tutto sta al buon senso dei cittadini e di chi effettuerà i controlli che saranno intensificati su disposizione della Prefettura. Di certo non verranno tollerati picnic o riunioni di gruppo.

Partirà, invece, domenica 16 maggio la stagione balneare in Sicilia. Il provvedimento è stato adottato di concerto con l’assessore regionale dell’Ambiente, Toto Cordaro.  Restano consentite, invece, manutenzione, montaggio e allestimento degli stabilimenti balneari e la pulizia della spiaggia di pertinenza.

 

Condividi questo articolo
guest
7 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
giuseppe
giuseppe
16 giorni fa

 Il sindaco Mario Bolognari non blinda Taormina: “Nessuna ordinanza,Ho fiducia che l’1 e il 2 maggio tutti osserveranno le regole, distanziamento e mascherina ed una volta tornati a casa cureranno l’igiene personale.Sono certo che sapranno come comportarsi”.

Sandro
Sandro
15 giorni fa
Reply to  giuseppe

perchè loro sono hanno molto piu senso civico dei milazzesi

Lucy
Lucy
15 giorni fa
Reply to  Sandro

ma perché il milazzese medio conosce il significato di “senso civico”???

Marco
Marco
16 giorni fa

Ha parlare il Sindaco Pippo e’ solo un bravo CHIACCHERONE!!

Michele
Michele
16 giorni fa

Musumeci, De Luca,Midili: sembra una gara a chi c’è l’ha più duro!

Francesco Calcagno
Francesco Calcagno
16 giorni fa

Ha scarso senso chiudere i luoghi aperti.Abbiano piuttosto il coraggio di attivarr i controlli avendo a disposizione vigili,guardie forestali,polizia,carabinieri ed infine esercito. Evitare che x ĺ’incoscienza di alcuni la maggioranza ne venga a soffrire.E ciò vale x tutta l’Italia.O no?

Antonino
Antonino
16 giorni fa

come ha detto recentemente il ministro Speranza “all’ aperto non c’è contagio perchè i droplets si disperdono “