I milazzesi a partire dal prossimo mese potrebbero vaccinarsi al Parco Corolla. Il condizionale è d’obbligo perché il protocollo d’intesa tra e l’ufficio straordinario per l’emergenza Covid guidato da Alberto Firenze e la proprietà del centro commerciale più grande della provincia di Messina ancora non è stato firmato, ma l’accordo sembra già raggiunto e il tutto dovrebbe definirsi nel giro di pochi giorni. Ad essere stato coinvolto pure il Comune di Milazzo.

I tecnici dell’azienda sanitaria hanno già effettuato i sopralluoghi al Parco Corolla e avrebbero individuato un piano della nuova area del Corolla che fino ad oggi non è stato ancora utilizzato (sopra i locali Kfc, RoadHouse, Verace Elettrica). Raggiungerlo è comodo e sicuro: parcheggi a due passi dall’ingresso, ambienti climatizzati al coperto con la possibilità di garantire il distanziamento sociale, ascensore per chi ha problemi di deambulazione e scale separate. Inoltre il Parco avrebbe anche dato disponibilità – sempre gratuitamente – di fornire i box per dividere gli ambienti, già utilizzati per precedenti manifestazioni.

Se l’hub diventerà realtà saranno chiusi gli attuali punti vaccinali di via Impallomeni e dell’ospedale Fogliani e al Corolla verranno dirottati non solo i milazzesi ma anche gli utenti del comprensorio. Complessivamente verranno realizzati 10 box che potranno inoculare centinaia di dosi quotidiane in un ambiente climatizzato anche in piena estate.

Il protocollo verrà firmato in base ad un accordo nazionale dell’associazione che riunisce i centri commerciali.

Centri commerciali, Palasport, fiere ma anche terme, palestre e parcheggi fanno parte del nuovo piano per triplicare gli hub vaccinali in Sicilia e raggiungere entro fine maggio il target delle 50 mila somministrazioni al giorno richieste dal commissario straordinario per l’emergenza Francesco Paolo Figliuolo. A Palermo, ad esempio, stanno realizzando l’hub al Centro commerciale La Torre e Casa del sole.

Condividi questo articolo