Via libera unanime da parte del consiglio comunale al regolamento per la disciplina dell’utilizzo dei beni confiscati alla criminalità organizzata che permette dunque di porre in essere quegli atti per  la destinazione dell’immobile di via Tremonti,  confiscato alla criminalità organizzata.

Le forze politiche hanno anche esitato con 15 voti favorevoli e 4 astenuti (Lorenzo Italiano, Giuseppe Crisafulli, Antonio Amato ed Antonio Foti), il regolamento per la rimozione dei veicoli in caso di urgenza o sicurezza pubblica, per la rimozione coatta dei veicoli in sosta, deposito e custodia proposto dall’assessore Beatrice De Gaetano.  L’assessore ha fatto il punto sulla situazione esistente sul territorio ed ha rappresentato la necessità di affidare il servizio a terzi, sia per la complessità, così come per i costi che il Comune non avrebbe potuto sostenere.
Dell’articolazione della regolamentazione, sotto il profilo tecnico,  ha riferito Giuseppina Puleo, Comandante della Polizia Urbana, che si è soffermata pure sulle responsabilità discendenti e connesse alla gestione del servizio, che anche per questo si è deciso di affidare in concessione a terzi.,

Approvata anche la mozione della consigliera   Maria Magliarditi con la quale si chiede alla giunta di adottare, nella giornata dell’otto marzo, la Carta dei valori  per lo sport femminile, quale “segnale importante – ha detto la stessa consigliera – di sostegno ad ogni  azione contro la violenza sulle donne. Lo sport   rappresenta un veicolo di valori, per cui deve essere consentito l’accesso alle donne, e la carta dei valori proposta deve assicurarlo, non essendo nell’attuale situazione assicurato spesso tale accesso”.

 

Condividi questo articolo