L’ultimo post su Facebook è del sindaco di Villafranca Tirrena Matteo De Marco. A lui è toccato comunicare che uno dei due cittadini del centro tirrenico positivi al Covid-19 e ricoverati al Policlinico di Messina è morto. Ultimo post di una serie che tra ieri sera e stamattina sono stati pubblicati dai primi cittadini della fascia tirrenica. Tra cui quello del sindaco di Torregrotta, cittadina che piange un’altra vittima.

La decisione più forte è stata presa dal sindaco Nicola Merlino di Rometta che è stato costretto a chiudere gli asilo nido  e le scuole materne a partire da oggi a causa della positività di un bambino che si era sottoposto ai test rapidi effettuati su allievi, insegnanti e personale delle scuole di Rometta.

«Ho firmato l’ordinanza – comunica Merlino – che dall’11 gennaio impone la chiusure della strutture scolastiche rimaste ancora aperte fino al 31 gennaio 2021. Sono stati eseguiti questa mattina dai medici dell’Usca peloritani, su base volontaria  i tamponi, al fine di accertare l’eventuale presenza di contagi da covid, su tutti i ragazzi delle nostre scuole, sugli insegnanti e sul personale scolastico. Purtroppo un bambino è risultato positivo e sarà tenuto insieme alla famiglia nella prevista quarantena, con la certezza che prestissimo si risolverà tutto al meglio»

Comunica nuove positività anche Gianni Pino, sindaco di San Filippo del Mela. «Sono state accertate e comunicate nuove positività e nuove guarigioni ed, alla data odierna, le persone positive dovrebbero essere 36 – scrive il sindaco – Per come potete constatare, allo stato, siamo dentro la media regionale. Appaiono, pertanto, fuori luogo e creano solo allarme sociali, alcune indicazioni sul numero delle persone positive, che, per come già sopra evidenziato, non si discostano dalla media regionale. Dobbiamo probabilmente domandarci, non quante sono le persone positive, ma quanti sono quelli di noi che hanno rispettato le prescrizioni governative, visto l’impennarsi dei contagi dopo le festività natalizie e di fine anno. Manteniamo sempre chiuse, dalle 18 alle 7 del mattino successivo, parecchie piazze e spiazzi pubblici cittadini, sempre in via precauzionale ed al solo fine di evitare il rischio di assembramenti.

 

Tania Venuto, sindaco di Spadafora, comunica di tre nuovi casi di positività al Covid-19. I casi totali sono 30.

A Saponara i positivi aumentano ancora. Sono 47.

Pellegrino, frazione di Monforte San Giorgio, conta un altro contagio da Coronavirus. Sono in tutto 15 le persone, residenti a Monforte San Giorgio, che hanno contratto il virus. Tutte si trovano in isolamento domiciliare

A Barcellona, come comunicato dal sindaco Pinuccio Calabrò, un focolaio in una struttura per anziani registra 16 positivi. Mentre un insegnante è risultato positivo al tampone rapido sui 250 della comunità scolastica. «Come preannunciato nella giornata di ieri, l’Usca ci ha confermato il focolaio in una struttura per anziani cittadina. Gli ospiti positivi al Covid-19 sono 15 più un operatore per un totale di 16 casi. Due sono i nuovi positivi in città, di cui uno già in isolamento domiciliare in quanto contatto di persona già contagiata. Dai 250 tamponi rapidi effettuati al Palalberti a studenti e personale scolastico, che oggi hanno coinvolto gli Istituti Comprensivi Balotta e Capuana, è emerso un solo caso di positività che riguarda un insegnante, ma dovrà essere confermato all esito del molecolare. Cinque infine risultano le persone guarite dal coronavirus nella nostra città. Invariata la situazione dei ricoveri ospedalieri».

Condividi questo articolo