La notifica delle bollette del servizio idrico da parte del comune di Milazzo fa acqua da tutte le parti. Dopo le polemiche sulle consegne avvenute all’alba ai domicili degli utenti e nel bel mezzo delle festività, da giorni all’ingresso del municipio si alternano centinaia di cittadini con gli avvisi ricevuti tramite raccomandate, nel tentativo di ritirare gli atti. Ma spesso è quasi impossibile visto che gli addetti comunali non sempre sono in grado di individuare la bolletta in mezzo a decine di scatoloni privi di catalogazione. Sono migliaia, infatti, le bollette dell’acqua relative al 2018 che la ditta che si è aggiudicato il servizio avrebbe dovuto notificare entro il 31 dicembre evitando che queste finissero in prescrizione. Tanti lettori lamentano che nessuno avrebbe suonato alla loro porta e che hanno ricevuto l’avviso tramite  raccomandata nei primi giorni del 2021.  Pubblichiamo sull’argomento due testimonianze di altrettanti lettori di Oggi Milazzo.

Buonasera, vi scrivo questo messaggio per ricevere delucidazioni in merito ad un avviso di atto di notifica del Comune di Milazzo, oggi consegnato a mezzo raccomandata, relativo ad un atto imprecisato. Rivoltomi, come invitato a fare, tempestivamente alla portineria comunale, venivo informato che tali avvisi erano stati recapitati a centinaia di cittadini e che forse riguardava il pagamento della fornitura idrica.

Ho ascoltato, inoltre, che una stanza sarebbe piena di scatoloni con avvisi simili da smistare riconducibili ad utenti che saranno successivamente contattati. Preciso che a causa di questa confusione non mi è stato consegnato alcun atto e sono stato cortesemente invitato a lasciare un recapito telefonico per essere contattato per ricevere l’atto a me indirizzato. Mi sembra che nell’era in cui ci troviamo un atto nuovo o pregresso possa essere recapitato in tanti altri modi più diretti considerando anche che se fosse la famigerata bolletta dell’acqua, per quanto mi riguarda risultano essere state sempre pagate.

Ogni altra considerazione risulterebbe inopportuna e ringraziando per il tempo che mi ha dedicato, mi permetto di inviarle ciò che stamane è stato recapitato con corriere. Grazie. 

Franco.T

Buona sera, vi  disturbo per portare a conoscenza che oggi il comune di Milazzo ha provveduto con una raccomandata a informarmi che il messo del comune in data 30/12/20 non ha potuto notificare un atto per l’assenza del destinatario. Circostanza avvenuta senza lasciare nessun avviso nella buca delle lettere dove si evince della sua reale presenza.

Fatto alquanto equivoco. Fra le altre cosa questa raccomandata invita a recarsi alla casa comunale senza indicare di cosa si tratta. Al municipio scopro di essere in tantissimi con lo stesso problema. In barba a tutte le prescrizione attuali, l’impiegato, informa che l’utente deve provvedere a consegnare un fotocopia dell’atto ricevuto con un recapito telefonico e che sarà contattato per ritirare il plico di competenza lamentando che gli hanno scaricato un furgone di plichi senza nessun ordine e quindi lui e i suoi colleghi hanno bisogno di tempo per spostarli,

Nel 2021 ancora facciamo di queste cose ridicole lasciando due poveri cristi allo sbaraglio e una intera cittadinanza allo sbando, Complimenti alla nuova amministrazione scusa del disturbo la ringrazio per la sua squisita disponibilità.

Un lettore

 

Condividi questo articolo

guest
4 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
nicola
nicola
9 giorni fa

Caro sindaco ripulire la città fare giardinaggio sono cose che rientrano nella normalità delle amministrazioni comunali…creare caos mettere in difficoltà la gente che lavora per ritirare una raccomandata di una raccomandata di una raccomandata……non si è mai visto…mi sa che state cominciando molto male…non batava inviare le bollette con una ditta postale più seria…?

UnMilazzese
UnMilazzese
9 giorni fa

È un’abitudine di parecchie ditte di far finta di consegnare atti, posta ai destinatari ed invece starsene comodamente in ufficio a fare e spedire raccomandate che altri dovranno consegnare. Molto più economico per incrementare i guadagni e ridurre i costi. Tanto i cittadini per loro sono solo il mezzo per far più soldi possibile. Che poi creino un enorme disservizio non gli importa

Pippofranco
Pippofranco
9 giorni fa

Ci aspettano anni di cabaret

Ahahaha
Ahahaha
9 giorni fa

Impreparato sempre di piuuuuu… mattacchione di un Pippo