Al Pronto soccorso di Milazzo ormai si può parlare della presenza di un vero focolaio di Covid 19. Sono complessivamente dodici le persone contagiate tra medici, infermieri e personale parasanitario. Per due di loro, addirittura, si è dovuto procedere al ricovero per la gravità dei sintomi. Come risulta ad Oggi Milazzo le prime avvisaglie sono state registrate poco dopo Natale e si sono concretizzate in queste ore. Domani la direzione sanitaria del Fogliani sottoporrà a tampone molecolare tutto il personale, operazione che verrà ripetuta a distanza di cinque giorni.

Oggi, intanto, comincia la sanificazione dei locali due volte al giorno, procedura disposta dalla direzione che verrà portata avanti ad oltranza fino a nuova disposizione. Inoltre, è stato allertato il 118 chiedendo di dirottare il più possibile le emergenze che non vengono valutate codice rosso nelle strutture sanitarie di Messina e Patti, in modo da dare un po’ di tregua al personale ridotto al lumicino. Inizialmente si ipotizzava di disporre la quarantena obbligatoria per tutto il personale ma, proprio per l’impossibilità di sostituire medici e infermieri risultati positivi, non è stato possibile percorrere questa strada.

La prossima settimana nel distretto dovrebbero giungere 150 vaccini anti-covid che verranno inoculati esclusivamente al personale del Covid Hospital di Barcellona che lavorano in prima linea.

Condividi questo articolo

guest
10 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Avaja va
Avaja va
8 mesi fa

Tranquilli, il nostro neo sindaco ci propina da ottobre la favoletta che tutto è sotto controllo. Ma nel frattempp in 2 meso abbiamo avuto 300 casi di covid!

SalvoC.
SalvoC.
8 mesi fa
Reply to  Avaja va

Ma quanto siete ridicoli quando strumentalizzate qualsiasi notizia.

Oratipassa
Oratipassa
8 mesi fa

Si andrà ancora avanti con consigli innocui e nulla di fatto concreto

Cittadina Milazzese
Cittadina Milazzese
8 mesi fa

I contagi nel nostro territorio si stanno allargando a macchia d’olio. Va chiusa adesso per evitare focolai anche nelle scuole

Gennaro
Gennaro
8 mesi fa

Spero che chi governa la Sicilia ed in particolare la nostra città, non soffra della sindrome di Stoccolma (vista l’area leghista che soffia al sud): un siciliano, un milazzese vale quanto un padano. Vogliamo una ripartizione equa dei vaccini: non siamo l’ultima ruota del carro, facciamoci valere.

chicco
chicco
8 mesi fa
Reply to  Gennaro

Eppure non è difficile trovare la notizia che dice che i vaccini saranno distribuiti in base al numero di abitanti per ogni regione, basta volere o saper cercare.

Francesco
Francesco
8 mesi fa

Delle due l’una: o non ci sono DPI seri (mascherine FFP2, visiere, occhiali) oppure (e ritengo sia l’ipotesi più probabile) vengono usati allegramente e magari a Natale ci si è pure dedicati a brindisi e festicciole in ospedale… Perché altrimenti non si spiegherebbe un focolaio del genere.

SalvoC.
SalvoC.
8 mesi fa
Reply to  Francesco

Francesco i DPI ci sono solo che la superficialità da parte di alcuni pregiudica la sicurezza di tanti.

Stefano
Stefano
8 mesi fa
Reply to  Francesco

Io la farei lavorare al pronto soccorso così avrebbe anche lei il tempo per brindare