Il passaggio di rifiuti da un mezzo all’altro per il definitivo trasporto in discarica non avverrà più nelle pubbliche vie di Milazzo ma in un terreno apposito che verrà affidato dal Comune. L’Amministrazione comunale, preso atto dell’impossibilità di riavere, almeno nel breve periodo il CCR di contrada Masseria che resta sotto sequestro giudiziario ha deciso di trovare una alternativa e con delibera di giunta ha approvato  uno schema di contratto per la locazione di un’area destinata alla sosta tecnica per le operazioni di trasbordo dei rifiuti urbani provenienti dal territorio comunale, di proprietà della società autotrasporti Fratelli Saccà srl.

Un intervento ritenuto necessario per garantire – si afferma – una corretta  gestione del servizio integrato di igiene urbana ed evitare poi il profilarsi di problematiche igienico-sanitarie. L’area dovrà essere funzionale “ alle concrete operazioni di sosta tecnica dei mezzi utilizzati per il servizio di igiene urbana, con eventuale trasbordo gomma su gomma dei rifiuti urbani, non configurandosi comunque alcuna ipotesi di stoccaggio di rifiuti”.

Avviato l’iter procedurale, la società interpellata ha comunicato la propria disponibilità alla locazione dell’area individuata impegnandosi alla realizzazione degli interventi di adeguamento dell’area così come richiesto dal Comune.

Ora il dirigente del settore Ambiente, Tommaso La Malfa dovrà procedere alla sottoscrizione del contratto  di locazione.

DIETRO LE QUINTE. Il costo mensile che sosterrà il Comune per l’affitto del terreno (5 mila metri quadrati) sarà di 3 mila euro per un minimo di 18 mesi. Trasferire i rifiuti da un camion all’altro costerà complessivamente 54 mila euro.

Condividi questo articolo