In preda ai fumi dell’alcool avrebbe tentato di uccidere i figlio trentenne. Con questa accusa i carabinieri hanno arrestato a Grazia, frazione di Milazzo, un ex sottufficiale in congedo dell’esercito romeno, C. C. N., 51 anni.

Secondo una prima ricostruzione, verso le 2,30, dopo avere bevuto ben sei bottiglie di vino, insultare e molestare familiari e vicini di casa, avrebbe accoltellato e ferito gravemente con diversi fendenti, il figlio di 30 anni. Secondo la ricostruzione avrebbe utilizzato una rudimentale arma da taglio unendo con lo scotch due coltelli da cucina. 

A. G. N, grazie all’aiuto della madre e sanguinante a causa dei tagli all’addome e al fianco, è riuscito a divincolarsi e a fuggire in strada dove  poi ha chiamato in soccorso i carabinieri.  Mentre il giovane veniva trasferito al pronto soccorso dal 118 (25 giorni di prognosi), i carabinieri del nucleo radiomobile della Compagnia di Milazzo, sono entrati nella casa di via Pirandello, e arrestato l’ex militare dell’esercito romeno con ancora in possesso il coltello sporco di sangue.

Nel pomeriggio di ieri il tribunale ha confermato l’arresto in carcere con l’accusa di di tentato omicidio aggravato perchè commesso in danno al figlio per futili motivi. il giovane si è salvato grazie alla madre

 

 

Condividi questo articolo