«Salviamo dal degrado i motivi floreali dell’elegante pensilina in ferro e ghisa della vecchia stazione ferroviaria di Milazzo». È l’appello lanciato dai volontari del Museo Ryolo di via Impallomeni in occasione del bando sulla democrazia partecipata promosso dall’Amministrazione comunale. Costruita dalle Officine Parenti di Bologna nei primi decenni del Novecento, la pensilina, assieme agli attigui binari, potrebbe ospitare mostre, fiere dell’artigianato, concerti ed altri eventi culturali, rivitalizzando così un area ormai consegnata al degrado ed all’abbandono da oltre due decenni.

Il suo recupero potrebbe inoltre stimolare anche quello di piazza Marconi, «con l’auspicio – aggiungono i volontari – che le rinnovate attenzioni inducano l’Amministrazione ad intervenire finalmente anche sull’edificio ferroviario». Per promuovere l’iniziativa basta inviare una mail a protocollogenerale@comune.milazzo.me.it con l’oggetto ed il testo indicati di seguito, senza necessità di aggiungere altro.

oggetto: VOTAZIONE DEMOCRAZIA PARTECIPATA

testo : Con riferimento alla scelta del progetto, si indica quello
denominato: “n.° 1 – Riqualificazione antica pensilina in ghisa vecchia
stazione ferroviaria in vista del 25° anniversario dell’acquisto da
parte del Comune di Milazzo dello storico edificio (1996-2021)”

 

Condividi questo articolo