Il consiglio comunale ha eletto questa sera il presidente ed il vicepresidente. Il nuovo presidente è l’avvocato Alessandro Oliva, 42 anni. esponente di Forza Italia, vicino alle posizioni del deputato regionale Tommaso Calderone. È stato eletto con 17 voti, in pratica l’intero cartello di maggioranza, fatta eccezione per il consigliere Massimo Bagli, assente giustificato ai lavori.
Vicepresidente invece è stato eletto, con lo stesso esito di votazione, Mario Sindoni che aveva presieduto la seduta d’insediamento in quanto candidato eletto col maggior numero di preferenze.
Sindoni, 48 anni, è esponente di “Diventerà Bellissima” e riferimento del parlamentare regionale Pino Galluzzo.
Sia Oliva che Sindoni sono alla seconda consiliatura.
I sei consiglieri di  minoranza hanno partecipato alla votazione, non esprimendo alcun nominativo ma producendo scheda bianca. Ad inizio seduta a manifestare qualche “mal di pancia” è stato il consigliere Rosario Piraino che ha contestato le modalità di convocazione della seduta da parte del presidente facente funzioni Sindoni, suo collega di partito. Tra l’altro ha dichiarato che lui continua a fare parte del gruppo Diventerà Bellissima ma da indipendente e che non riconosce il capogruppo (ancora non ufficializzato). 
«Non sarò superpartes ma “oltre le parti” perchè continuo a rimanere un consigliere come voi e non sono “supeirore” – ha detto il neo-presidente Oliva – sono orgoglioso per questa dimostrazione di fiducia ricevuta prima dagli elettori e adesso dai colleghi consiglieri. C’è tanto da lavorare e per questo dobbiamo farlo con impegno e professionalità perché i cittadini si attendono tante risposte sia dagli amministratori che da noi consiglieri».
Nel corso della seduta il capogruppo della lista “Italiano per Milazzo”, Lorenzo Italiano ha voluto ricordare la figura di Armando Sottile, attuale dirigente del Comune di Barcellona, ma che aveva ricoperto lo stesso incarico a Palazzo dell’Aquila proprio durante l’Amministrazione Italino. “Un dirigente preparato – ha detto Italiano – ma soprattutto disponibile e sempre pronto a portare a soluzione le problematiche che si presentavano”.

DIETRO LE QUINTE. Ad assistere alla elezione di Oliva seduto tra il pubblico (in realtà in alcuni momenti è stato l’unico spettatore) è stato l’ex presidente del consiglio Gianfranco Nastasi. Alcuni consiglieri si sono avvicinati a salutarlo. A lasciare il suo scranno e sedersi qualche minuto accanto a lui è stato il sindaco Pippo Midili che ha commentato con battute salaci l’andamento dei lavori.

 

 

Condividi questo articolo
guest
9 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Vergogna
Vergogna
28 giorni fa

Bravo a calderone che ha scelto anche il presidente del consiglio comunale di Milazzo. Se non era per calderone non veniva nemmeno eletto in consiglio…

ciuriciuri
ciuriciuri
29 giorni fa

Che vergogna che siete…………..tutti con il telefonino nte mani,siti na gran mala figura i cristiani!!!!!!!!!

Lulu
Lulu
29 giorni fa

Assembramenti a go go… Che è non se ne accorge il sindaco. Mi sa che si è incominciato a mettere i paraocchi

Cittadino attento
Cittadino attento
29 giorni fa
Reply to  Lulu

Rosica, ne hai tempo in 5 anni

Lulu
Lulu
28 giorni fa

Cinque anni lo dici tu… Il primo sta volando dall’altro lato e lha dichiarato in consiglio… Io dico che più di un anno e mezzo non durano… Vedremo…. Poi tu che ne sai di che corrente politica sono….

Piero
Piero
30 giorni fa

Vediamo se le mance sono finite…

Giovanni
Giovanni
30 giorni fa

Mah