La scuola di Danza Dream Dance Academy Milazzo, sotto la direzione artistica di Cetty Salvadore, ha fatto esibire uno dei suoi allievi, Marco Andaloro, vestito di nero davanti l’ingresso della scuola chiusa in ossequio ai dettami del decreto governativo in materia di Covid.

L’idea nasce da ADI Asso Danza Italia, associazione di tutela del comparto Danza. Una forma di protesta civica di categoria. «Sarà la prima di tante manifestazioni, ovviamente civili per quanto riguarda il mondo della Danza – anticipa la direttrice Cetty Salvadore – d’altronde ordine e disciplina sono gli elementi che da sempre caratterizzano il nostro settore», 

C’è tanta disperazione parlo a nome anche di tutte le mie colleghe – continua –  non ci siamo più ripresi dopo il lockdown dei mesi scorsi. In estate si sa che le scuole di danza e le palestre in genere chiudono o lavorano poco. Adesso che avevamo ripreso dopo tutte le spese sostenute per mettere a norma dei protocolli i nostri locali ci rinchiudono. Non c’è stato nessuno caso o focolaio dentro i centri sportivi perché dobbiamo essere noi a farne le spese? Chi restituirà questi mesi ai miei allievi? Alcuni di loro avevano in programma progetti artistici importanti per la loro carriera. L’Arte e lo Sport non devono morire, pensiamo ai bambini e ai ragazzi. I nostri sono ambienti sicuri».

 

Condividi questo articolo