Le Cupole avranno una seconda vita. La Regione ha aggiudicato la concessione dei 3 mila metri quadrati sulla riviera di Ponente che in passato hanno ospitato una famosa discoteca – punto di riferimento per tutta la provincia – un lido ed ristorante – pizzeria. Un simbolo per intere generazioni.

Ad aggiudicarsi la concessione è stata la società Degus srl di Milazzo, gestita da Antonio Romagnolo, figlio dell’ex proprietario  Matteo. L’aggiudicatario si impegna a pagare 22 mila euro di affitto annuo al demanio e ad ultimare i lavori di recupero della struttura abbandonata entro tre anni.

 

Condividi questo articolo
guest
8 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Cittadina milazzese
Cittadina milazzese
1 mese fa

Vorrei fare un grande in bocca al lupo personale al figlio dell’indimenticabile Matteo. Noi del pomeriggio giovani, ce lo ricordiamo il piccolo Antonio..Sono sicura porterà le Cupole agli antichi splendori, ce l’ha nel sangue!

Alessandro D’Amico
Alessandro D’Amico
1 mese fa

Ad maiora semper

A calia
A calia
1 mese fa

Ma allora la.vecchia amministrazione qualcosa la faceva? Cupole, refezione scolastica, fondi per l’alluvione di bastione.
Non è che qualcuno remava contro per nascondere il buono?
Speriamo che questa amministrazione continui sulla linea del rigore, senza spese inutili in sagre e festini vari.

Rachele
Rachele
1 mese fa
Reply to  A calia

Ma per favore… I fondi per l’alluvione li ha stanziati la Regione e li aveva messi in disponibilità più di un anno fa. La vecchia amministrazione non è stata in grado di completare l’iter burocratico per concederli alle famiglie. Pippo Midili in sole due settimane lo ha fatto. E questo è solo l’inizio!

Realista
Realista
1 mese fa
Reply to  Rachele

In due settimane ha fatto questo? Ma non dire sciocchezze, studiate leggete gli atti amministrativi, io spero in questa amministrazione, Ma date a Cesare quel che è di Cesare, e Cesare cade a pennello!

Toto
Toto
1 mese fa
Reply to  Rachele

Ricorderei che gli alluvionali forse hanno edificato in una zona che non era adatta ciò che togli alla natura la natura riprende e chi paga la non lungimiranza e la connivenza di una certa politica … I cittadini

Achille
Achille
1 mese fa
Reply to  Rachele

LOL..se vuoi ti porto con la manina a conoscere chi ha seguito tutta l’istruttoria ed ha definito i criteri….la verità cibernetica mi ricorda tanto patroclo “lo stolto che credette di uccidere Achille”

Libero
Libero
1 mese fa
Reply to  A calia

La vecchia amministrazione??? C’è mai stata?? Menomale che si sono autodisintegrati