La sezione giurisdizionale della Corte dei Conti ha confermato l’assoluzione del sindaco Formica, degli esponenti della sua giunta e di tutti i consiglieri comunali dall’accusa di mancato svolgimento del controllo di gestione che aveva portato la Procura della stessa Corte a chiede l’irrogazione di una sanzione di oltre 80 mila euro complessivi a carico degli amministratori, da ripartire con quote differenti. 

Per la Corte (presidente Guido Carlino, consigliere relatore Giuseppe Grasso, consigliere Gioacchino Alessandro) “nessuna responsabilità può essere attribuita ai convenuti, poiché, in realtà, presso il Comune di Milazzo esisteva, nel momento della verifica della Sezione di controllo della Corte dei conti, il regolamento dei controlli interni, che era stato approvato con deliberazione del commissario prefettizio n.14 del 29/4/2015”. E  “anche la contestazione mossa al Consiglio per non avere provveduto

e di idonee modifiche del regolamento dei controlli interni che rendesse attuabile il sistema dei controlli previsto dal legislatore è infondata, in quanto il regolamento vigente, seppur emendabile in senso migliorativo, comunque ne individuava i soggetti

e i compiti. E il Regolamento fa ricadere le attività connesse ai controlli interni in capo al segretario comunale, ovvero, per taluni aspetti anche in capo al responsabile del servizio finanziario, di intesa con lo stesso segretario per la creazione di una apposita struttura per il controllo”.
Il Comune di Milazzo dovrà pagare le spese legali ai consiglieri, quantificate in 1500 euro per il presidente del consiglio Gianfranco Nastasi e l’ex assessore Damiano Maisano e 290 euro ciascuno a tutti coloro che sono stati chiamati in giudizio.

Sulla sentenza si registra una dichiarazione del sindaco Giovanni Formica.
“In genere non commento i provvedimenti della magistratura, men che meno quando sono a me favorevoli. In questo caso, però, voglio segnalare un passaggio del provvedimento perché fa giustizia su cose che vado dicendo da cinque anni ed individua fatti e responsabilità che non devono passare inosservate ai milazzesi specie in questo momento che la città è chiamata ad eleggere un nuovo sindaco ed una nuova amministrazione. Di seguito, quindi, le affermazioni dei Giudici della Corte: “
Non pare, pertanto, coerente con il suesposto insegnamento trascurare che gli amministratori chiamati in causa hanno dovuto fronteggiare, appena insediatisi nel giugno 2015, la descritta situazione di crisi conclamata e di carenza di strumenti di programmazione (rammentando, tra l’altro, che l’ultimo bilancio di previsione approvato era quello relativo all’esercizio 2013 e l’ultimo rendiconto approvato riguardava l’esercizio 2012) e farsi carico, al contempo, delle procedure di dissesto finanziario e dell’avvio del risanamento dell’ente nonché di ripristinare la corretta tenuta e l’attendibilità delle scritture contabili, da tempo deteriorate, prima di potere esercitare la pretesa azione propulsiva del controllo di gestione e di quello strategico …”. 
Poche, ma inequivocabili parole – conclude Formica – che raccontano cosa era il comune di Milazzo quando si insediata la mia Amministrazione, cosa abbiamo dovuto fare a testa bassa e da persone serie e, quanto false siano alcune affermazioni di questi giorni di candidati della destra, tanto al Consiglio Comunale, quanto a Sindaco”.

Condividi questo articolo
1.949 visite
guest
11 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Peppe
Peppe
9 giorni fa

Ti sei circondato di gente inutile che ti ha portato a chiuderti nel palazzo e non dare conto a nessuno . Hai fatto approvare e reso leggibili i bilanci comunali e risanati che i marpioni si apprestano a sperperare. Hai tenuto in scacco la sinistra non decidendo se candidarti o meno contribuendo a liquefarla. Non sei stato un cattivo sindaco ma un pessimo politico.

Peppe
Peppe
9 giorni fa

Ho stima della persona credevo anche che fosse una intelligenza politica. Sulla sua onestà tanti dovrebbero inchinarsi. Ha fatto tanti errori non tutti imputabili a lui. L’armata Brancaleone messa su per governare glielo dissi subito..”ma guarda che gente” tutta scesa e salita sul carro vincente allora il suo..ora governeranno con l’opposizione e chiederanno voti che i milazzesi gli daranno.

Leale85
Leale85
10 giorni fa

La non attendibilità delle scritture contabili “il caos” faceva comodo a tanti caro Formica ecco perchè ti hanno odiato cosi tanto. Tranquillo tornerà “il caos” tra qualche mese, habitat naturale di Midili, e da quel momento i conti non torneranno piu.

Cittadino attento
Cittadino attento
10 giorni fa

Riposati che sei stanco, spiega i anche della delibera del tuo incarico come dirigente, con amministrazione Nastasi, che non si trova, tanto per onestà e lealtà.

Milazzese
Milazzese
10 giorni fa

Rimpiangeremo, Giovanni Formica come sindaco…
Milazzo ha avuto il coraggio di cambiare, ma non la forza di continuare …il tempo ci vuole!
La prossima amministrazione potrà spendere è sarà soltanto grazie a Giovanni Formica .

Altair
Altair
10 giorni fa
Reply to  Milazzese

Milazzo non ha avuto la forza di continuare? Si da il caso che il coraggio di continuare non l’abbia avuto lui! Lui ha scelto di non candidarsi… neppure presentandosi con liste civiche! Poteva candidarsi e lasciare il giudizio ai cittadini. E’ lui che si è autoescluso. Uno che è sicuro e certo del proprio operato difende il proprio lavoro… non fugge via

Milazzese arrabbiata
Milazzese arrabbiata
9 giorni fa
Reply to  Altair

Infatti lui non fugge da Milazzo ma dai milazzesi…che brutta razza

Altair
Altair
9 giorni fa

Infatti ho detto che è fuggito dai cittadini e dal loro giudizio. Chi non ha la coda di paglia difende il proprio lavoro, se è certo di aver operato bene. Anche a costo di prendere una sonora delusione. Per quanto concerne la razza dei milazzesi… è la medesima di 5 anni fa… quando è stato eletto e portato in trionfo per le vie della città. Ma all’epoca scommetto non era una brutta razza.

Giovanni
Giovanni
9 giorni fa
Reply to  Altair

ma se non è riuscito a mettere in piedi una lista con 24 nominativi? Il PEGGIORE Sindaco di tutti i tempi, adesso scopre che il consiglio ha ragione, ma chi e con chi è andato alla corte dei conti per far succedere tutto ciò? E adesso chi paga i danni? trattasi di danno erariale

SalvoC
SalvoC
9 giorni fa
Reply to  Milazzese

Eh si! Ho già i fazzolettini pronti.

Peppe
Peppe
8 giorni fa
Reply to  SalvoC

Di fazzolettini fattene una buona scorta per quando dovrai piangere per i disastri che la carovana partita da Barcellona e atterrata a Milazzo combinerà. Vedo tanti pirana aggirarsi sullo scalpo che quelli scesi della nave Formica fanno tenerezza.