MESSINA. L’ Istituto clinico polispecialistico, in tutte le sue componenti, Cot esprime la propria solidarietà a don Giuseppe Maio, parroco della chiesa di Santa Maria della Consolazione di Gravitelli, vittima di in attentato in cui è stata bruciata la sua auto.

«Un episodio di una gravità inaudita che ferisce un intero quartiere e colpisce un uomo, don Maio che pone in primo piano le necessità dei suoi fedeli mettendosi al servizio della comunità». Don Maio, da parroco della chiesa di Gravitelli, è riferimento dei degenti e di tutto il personale dell’ ospedale di via Ducezio.

Condividi questo articolo
895 visite