Sarà l’ingegnere Gioacchino Abbriano il candidato a sindaco di Milazzo del Pd e Articolo Uno. La decisione è stata presa ieri sera dopo un incontro dei vertici dei due partiti. Poco prima si era tentato – per l’ennesima volta – il dialogo con una delegazione del Comitato “Adesso Milazzo” che promuove la sindaca Adele Roselli.

Saltata l’intesa (i partiti chiedevano l’azzeramento delle posizioni per trovare un candidato unitario) la scelta è caduta su un volto nuovo da cui far ripartire il rinnovamento: l’ingegnere Gioacchino Abbriano, funzionario di Rfi (Ferrovie), tesserato e attivista dei democratici.

Dopo il forfait dell’uscente Giovanni Formica Il nome girava da giorni ma veniva tenuto sottotraccia per lasciare uno spiraglio agli accordi di coalizione. Dopo la rottura, la candidatura di Abbriano sarà ufficializzato nelle prossime ore.

Condividi questo articolo
guest
18 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Peppino
Peppino
2 mesi fa

La sinistra così “sminuzzata”sugli ideali, potrà mai governare? Le persone per bene si trovano. Quello che si deve cercare è un metodo di lavoro che porti all’unità. Per ogni area (porto,beni culturali,industria,turismo, etc.)bisogna creare dei teams di professionisti che lavorano per obiettivi e che vengano coordinati dal sindaco “manager”. Siamo troppo individualisti.Non andremo da nessuna parte

On. Galluzzo
On. Galluzzo
2 mesi fa

Grazieeee!!!!!

Galeazzo
Galeazzo
3 mesi fa

La sinistra ha scelto: ha scelto di perdere.
Quindi la lotta sarà tra Pippo Midili(ben noto) e Antonio Messina(persona per bene), con buona pace per i vari Italiano(altro ben noto), Utano (incredibile) e tanta altra gente che passava da li per caso e ha pensato di fermarsi un attimo giusto il tempo di giocare a fare il candidato.

Comunardo
Comunardo
2 mesi fa
Reply to  Galeazzo

Ha scelto una persona seria, pulita e competente. Forse non piacerà alla gente perché non è nel giro dei politicanti di professione ma per le elezioni del sindaco non bisogna guardare al partito ma alla qualità della persona e da questo punto di vista non c’è partita

Simone il Supremo
Simone il Supremo
3 mesi fa

Ancora dietro la sinistra e i “comunisti”? Comunisti con il rolex dovrebbero autodefinirsi, perchè questo sono: radical chic spocchiosi che stappano champagne mentre parlano della fame nel mondo e di come traghettare esseri umani da far finire nelle loro coop rosse che da una vita non pagano le tasse.

Alessio
Alessio
3 mesi fa

Finalmente dopo una banda di chiacchieroni e simil politicanti una persona seria, onesta e pulita.