«L’ipotesi molto probabile dell’arrivo di un commissario regionale per i rifiuti a Milazzo, testimonia il fallimento dell’Amministrazione comunale nella gestione degli stessi». A sostenerlo è il candidato a sindaco di Milazzo Pippo Miidli che fa riferimento all’intento della Regione di nominare un commissario nei comuni che non hanno raggiunto il 35% di raccolta differenziata. 

«In 5 anni – continua il politico appoggiato dai partiti del centrodestra – non si è riuscita a dare quella svolta che ci si attendeva e se la raccolta differenziata oggi segna una percentuale del 15%, e nel corso degli ultimi anni non è mai andata oltre il 20%, il segnale è chiaro ed evidente».

Secondo Midili troppe le incongruenze che hanno accompagnato la raccolta dei rifiuti in città. «Oggi, la città sconta l’approssimazione della politica nell’affrontare la problematica. Nessun accenno all’impianto di compostaggio che già era una strada tracciata con individuazione del luogo e piano di intervento. Nessun passaggio sulla necessità di individuare delle aree per isole ecologiche. Nessuna strategia di intervento. Si è pensato solo ad aumentare gli addetti al servizio senza che ciò avesse riscontro nel miglioramento del servizio».

Midili cavalca un sentimento popolare dopo l’alluvione dei giorni scorsi. «Ancora oggi la pulizia ordinaria della spiaggia resta una chimera e la città soffre di una raccolta che va avanti a singhiozzo senza alcuna comunicazione da parte del Comune sul perché di tutto questi gravi disservizi. Un flop totale che sconta la mancanza di idee e di competenza da parte di chi ha amministrato la città».

Condividi questo articolo
2.088 visite

guest
4 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
marco
30 giorni fa

vabbè ora il sindaco midili sistemerà tutto con la bacchetta magica

Sindaco
Sindaco
30 giorni fa

Ma Midili chi è ?

Ritafix
Ritafix
1 mese fa

Per incrementare la differenziata da parte dei cittadini si dovrebbero istituire tessere a punti che diano benefici e sconti sulla tari. Avete un litorale magnifico, un gioiello che dovreste curare con ogni mezzo per incrementare il turismo (senza altre concessioni per nuovi stabilimenti balneari). Bar, negozietti, un’isola pedonale serale. C’è chi ha il pane ma non ha i denti… che peccato

Vaccariddotu
Vaccariddotu
1 mese fa

Perchè il personale che era addetto alla pulizia della spiaggia, è stato dirottato a svolgere servizio di raccolta porta a porta, lasciando nel mese di agosto la spiaggia tutta sporca????????