Eolo, interpretato da Gianmarco Orlando, ha dato fiato al magnifico Parco Letterario Eoliano, con il supporto di Cot l’Istituto clinico polispecialistico di Messina. Applausi a scena aperta al Castello, alla Chiesa dell’Immacolata, per una singolare performance: la rappresentazione in forma teatrale del contenuto della meravigliosa raccolta di pannelli del parco letterario Eoliano. Liberamente ispirato al lavoro della Contessa Pignatelli Mangoni e pubblicato nel libro del Centro studi, l’attore Gianmarco Orlando, ha messo in scena i passaggi più rappresentativi della storia antica isolana. I protagonisti del lavoro messo in scena ieri tre giovani promesse del panorama culturale messinese: Gianmarco Orlando, Federica Vita e Andrea Bibiano
Lo spettacolo è stato eseguito sotto forma di monologo, accompagnato da musica e da videoclip. L’evento è stato promosso e sostenuto dalI’Istituto Clinico Polispecialistico Cot di Messina, già presente sull’isola con il suo ambulatorio polispecialistico. «Credo sia fondamentale sostenere la storia e la memoria del patrimonio eoliano – ha affermato Marco Ferlazzo titolare della Clinica Cot – Il settore sanitario, come settore dall’approccio non solo tecnologico, ma anche umanistico e sociale, ha il dovere di sostenere la cultura e la diffusione delle buone pratiche culturali. Le imprese del territorio devono valorizzare iniziative come quella del Parco Letterario e non solo. Il Centro Studi Eoliano è un’associazione che ha permesso di conservare e dare vita a documenti importanti che raccontano da dove veniamo e quali personaggi illustri hanno contribuito alla nostra storia». Presente all’evento il presidente nazionale di Aiop, l’associazione italiana che riunisce l’ospedalità privata, Barbara Cittadini. La componente di diritto privato della sanità pubblica, come si evince dal bilancio sociale Aiop presentato recentemente, contribuisce alla crescita culturale del territorio.

“Il Centro Studi Eoliano è un’associazione che ha permesso di conservare e dare vita a documenti importanti che raccontano da dove veniamo e quali personaggi illustri hanno contribuito alla nostra storia, sicuramente il nostro lavoro non si conclude qui”

Gianmarco Orlando. Gianmarco si è diplomato all’accademia del Bravaccio a Roma, finiti gli studi teatrali ha fondato una sua compagnia teatrale: la compagnia del caso. Il loro obiettivo è quello di scovare sempre nuove storie da raccontare e nuovi modi per raccontarle. Ieri è stato Re Eolo.

Federica Vita. L’immagine e la musica sono le sue forme espressive, le parole servono a poco. Una ragazza messinese che ha vissuto parecchio tempo fuori e che da poco ha avuto il coraggio di investire sulla sua città. Architetto, designer e DJ: Federica Vita in arte bluemarina

Andrea Bibiano. Sassofonista poliedrico creatore di famose colonne sonore nato a Lipari e ora residente a Milano dove produce e scrive i suoi dischi.

 

Condividi questo articolo
465 visite