«L’isola pedonale può essere ampliata, ma sicuramente non modificata rispetto alle impostazioni che ci siamo dati quando l’abbiamo decisa».
Il sindaco Formica è stato irremovibile con gli operatori della zona compresa tra Santa Maria Maggiore e Vaccarella e la riunione svoltasi qualche giorno fa si è praticamente chiusa dopo pochi minuti, con l’abbandono da parte degli stessi della sala giunta.

Per il primo cittadino l’ipotesi di una isola pedonale che si sviluppasse solo nella zona interna (via Medici, piano Baele, piazza Caio Duilio e via Piraino) lasciando aperte al traffico la via Crispi e la Marina Garibaldi era da ritenersi “irricevibile”. «Sono pronto a discutere su una ipotesi che contempla l’attivazione dell’isola pedonale come proposto dalla delegazione dei ristoratori  in aggiunta a quella già realizzata, che ha riscosso grande successo».

A prendere la parola in rappresentanza degli operatori, l’imprenditore Totò Salamone e Maurizio Capone i quali hanno evidenziato come l’attuale scelta di chiudere la strada d’accesso (via Crispi) sta penalizzando coloro che hanno locali a Vaccarella, sia per quel che concerne la ristorazione ma anche le strutture alberghiere. “Ad oggi molti di noi – è stato detto – subiamo un danno economico in quanto tagliati fuori e irraggiungibili dagli utenti e subiamo le conseguenze sotto il profilo ambientale in quanto tutto il traffico si sposta nelle vie adiacenti con infinite code di automobilisti che non avendo possibilità di parcheggio, spesso sono  costretti a rinunciare ad entrare nella nostra città”.
Di diverso avviso il sindaco il quale ha ribadito la bontà delle scelte adottate dicendosi disponibile solo a valutare proposte concrete in grado di arricchire l’offerta esistente e non rivederla al ribasso.
A quel punto il confronto si è interrotto.

Condividi questo articolo
2.976 visite

guest
14 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Realista
Realista
11 giorni fa

E’ questi sarebbero ragionamenti di città con vocazione turistica ?!!
I milazzesi vonnu sulu u passiu ca machina n’ta Marina… per il resto c’è un parco corolla. Trogloditi !!!!

Ottaviano Dal Bene
Ottaviano Dal Bene
12 giorni fa

L’ultimo colpo assestato a questo povero paese da Giovanni Formica.
Abitanti che non possono tornare a casa.
Negozianti che non vedono arrivare nessuno.
Ristoranti, a parte qualcuno, irraggiungibili.
Tutto questo alla gloria di qualche bar e qualche trattoria che si fa passare per ristorante a 3 stelle.
Un altro “successo” di Giovanni Formica, meglio della memorabile pista ciclabile.

Nicola Petrina
Nicola Petrina
10 giorni fa

Scusi, ma prima era meglio? Non mi interessa del sindaco, anche perchè tra due mesi ce ne sarà un altro. La mia domanda è: l’isola pedonale non è una cosa che possiamo tenerci anche dopo? Non fa la città più bella e vivibile? poi tutto si può migliorare, con attrazioni, eventi, decoro. Ma l’idea secondo me è valida.

Peppe
Peppe
12 giorni fa

Battaglie di piccolo cabotaggio. L’area pedonale va estesa e vanno predisposti i parcheggi a pagamento comprensivi del biglietto navetta posteggi centro. No nei weekend e no dalle 20.30. Ma tutti i giorni. Consentito scarico merci ad ore previste e ingresso residenti anche in strutture alberghiere a vista prenotazione. Fate copiato da altre realtà turistiche.

Francesco
12 giorni fa

L’isola pedonale è la cosa più giusta di questa amministrazione, avanti così. Per chi dice che non può arrivarci ebbene che inizi a fare 2 passi che non fanno male, lasciando le macchine a ponente

Simone il Supremo
Simone il Supremo
12 giorni fa

Secondo quale logica un’isola pedonale dovrebbe portare soldi ed economia? Il problema di queste assurdità non è tanto farle ma pensarle: solo da menti devastate come esponenti di sinistra si possono partorire tali genialate!

Nicola Petrina
Nicola Petrina
10 giorni fa

Scienziato! Le isole pedonali ci sono in tutti i posti civilizzati, anche amministrati dalla destra. Sei mai uscito da Milazzo? Prova a farti una passeggiata a Verona. Se siamo una terra dannata è esattamente per il qualunquismo di chi parla di cose che non conosce.

Simone il Supremo
Simone il Supremo
10 giorni fa
Reply to  Nicola Petrina

Se lei (nella sua mente ristretta) è tanto convinta di ciò cominciamo da casa sua: asfaltiamola ed eregiamo una bella isola pedonale, che spettacolo: sento già i quattrini arrivare su Milazzo, che tenerezza che mi fa!

Nicola Petrina
Nicola Petrina
10 giorni fa

Errore mio, non avrei dovuto risponderle, mi sono dimenticato quel che raccomandava Oscar Wilde: Mai discutere con un idiota. Ti trascina al suo livello e ti batte con l’esperienza. Le auguro molte ore di fila in macchina, saluti.