ULTIMA ORA. La Regione non riesce a risolvere il problema della discarica di Alcamo e decine di comuni tra cui Milazzo ritornano a soffrire. Anche oggi la discarica di Alcamo ha lascito fuori i mezzi carichi di rifiuti, compresi quelli provenienti dalla nostra città e del comprensorio come Terme Vigliatore o Gioiosa Marea. Domani mattina, infatti, mercoledì 22 luglio, gli addetti che si occupano della raccolta a Milazzo potranno raccogliere soltanto il vetro perché gli unici mezzi vuoti utilizzabili sono quelli destinati er questa frazione. Per questo motivo l’amministrazione comunale invita chi può a non esporre l’umido. 

Stanotte alle 2, sei compattatori sono partiti da Milazzo e soltanto alle 16, dopo ben 14 ore di attesa, si è avuta la conferma che non avrebbero scaricato; quindi sono ripartiti per rientrare. Alle 19 è giunta la comunicazione, telefonica con cui si confermava che domani i camion potranno scaricare. Giusto il tempo di sostituire gli autisti, quindi, e ripartiranno per rientrare domani sicuramente nel tardo pomeriggio.

«Una situazione assurda  – sottolinea il sindaco Formica -. È evidente che così non si può andare avanti ed è inaccettabile che il governo Regionale, competente in materia di impiantistica, faccia finta di nulla. Vorrei fosse chiaro a tutti i cittadini che il 24 giugno, con un decreto, la Regione ha stabilito che a partire dal giorno successivo avremmo dovuto conferire i rifiuti ad Alcamo e non più a Lentini, depotenziata a causa delle note inchieste della magistratura. Così abbiamo iniziato a fare, con un maggior costo di oltre 150 mila euro al mese. Contemporaneamente abbiamo scritto a tutte le Istituzioni nazionali e regionali, comprese Corte dei Conti e Procura della Repubblica per denunciare questo scandalo. Due giorni fa arriva il sequestro anche dell’impianto di Siculiana, dove viene conferito il rifiuto proveniente da Alcamo e quindi siamo precipitati nell’emergenza».

«Ieri – riprende. – è stato consentito ai titolari dell’impianto di Alcamo di portare la spazzatura dopo il trattamento meccanico biologico, alla discarica di Lentini, che è quella dove Milazzo non può più andare direttamente. Risultato, i nostri rifiuti partono da Milazzo, arrivano ad Alcamo e da lì vanno a Lentini, ma noi non possiamo portarli direttamente a Lentini. Centinaia di migliaia di euro in fumo e tonnellate di spazzatura che fanno il giro di Sicilia».

Il primo cittadino sottolinea poi che nella giornata di domani si potrà raccogliere soltanto il vetro perché gli unici mezzi vuoti sono quelli utilizzabili per questa frazione.
Da qui l’invito a non esporre l’umido.
“Ci auguriamo – conclude Formica – che questa follia cessi al più presto perché di questo passo il sistema andrà al collasso prima della fine del mese di luglio”.

Condividi questo articolo
2.302 visite
guest
6 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Simone il Supremo
Simone il Supremo
13 giorni fa

Questo è il risultato dell’incompetenza, dell’inettitudine e dell’incapacità condita con la becera mentalità arretrata di sinistra! La spazzatura è fonte di ricchezza in tutta Europa e anche al Nord Italia, i termovalorizzatori la trasformano in fonte di calore ed energia, ma noi qui grazie a queste menti inferiori la dobbiamo buttare nelle montagne, inquinando le falde acquifere, come gli animali

Peppe
Peppe
13 giorni fa

Arretrato e becero sarai tu e i tuoi compari che governano la regione che hanno promesso un un’impianto per provincia e non hanno fatto una beata…… chiedi a loro fascistello di seconda mano.

Simone il Supremo
Simone il Supremo
12 giorni fa
Reply to  Peppe

I “compagni” saranno i tuoi e quelli che mangiavano bambini come te. Se vi fossero competenti come me non avremmo la spazzatura riversata in montagna ad inquinare le falde acquifere: ma tu sei troppo afarensis per capire, il tuo QI parla per te e di cosa sei: il nulla mischiato con il niente! Ma sicuramente tu sei il solito “pseudo ambientalista” vicino alle ecomafie ed alle discariche inquinanti!

ettore
ettore
13 giorni fa

a monaco in francia il termovalorizzatore è situato in mezzo alla citta e non protesta nessuno anzi con tutta energia prodotta ci illuminano intere vie,ma posso anche sbagliarmi.evidentemente è fatto come dio comanda,certo che idiota,come si puo paragonare milazzo in sicilia,con il principato di monaco.

milazzese 1
13 giorni fa

Rimarremo sempre cittadini da terzo mondo continuando a fare montagne di spazzatura che poi ce la troviamo fra gli alimenti sulle nostre tavole; nel contempo ingrassiamo le organizzazioni mafiose. Dobbiamo metterci in testa che se non realizziamo dei termovalorizzatori per gestire il fabbisogno della propria regione, saremo sempre immersi nella me…………da. Finiamola con questa prosopopea

Giuseppe
Giuseppe
14 giorni fa

Se non ricordo male il nostro sindaco non è quello che a organizzato la manifestazione contro il termo valorizzate questi sono i risultati intanto i cittadini pagano e pure tanto bravo sindaco se sindaco ti possiamo chiamare meno male che sta finendo