Completato in maniera definitiva il quadro delle alleanze politiche, oggi il candidato alla carica di Sindaco Pippo Midili, ha incontrato i rappresentanti delle otto liste che supportano la candidatura.  Con gli stessi sono state delineate le linee della campagna elettorale e delle iniziative che verranno intraprese nelle prossime giornate.

Un quadro che quindi vedrĂ  in questa campagna elettorale Midili affiancato da Fare Milazzo, DiventerĂ  Bellissima, Fratelli D’Italia, Forza Italia, Alleanza per Milazzo, Innamorato della mia cittĂ , Milazzo 2020 e Milazzo CittĂ  Futura. In realtĂ  si vocifera da giorni di una nona lista che vedrebbe al fianco di Midili anche ex consiglieri ed assessori come Franco Cusumano (il quale prima della pandemia sembrava puntare alla sindacatura con numerose liste di cui si è persa traccia) Pippo Doddo o Totuccio Milioti (con la benedizione dell’onorevole Genovese di Ora Sicilia) ma ufficialmente ancora nessuna notizia. 

Nella riunione che si è prolungata nel corso della mattinata, si è discusso di vari argomenti di interesse per la cittĂ . Particolare accento è stato posto sulla necessitĂ  di interventi immediati per il recupero del decoro urbano e di interventi necessari nel settore dei rifiuti dove è chiaro ed evidente che va rivisto il sistema del “porta a porta” in atto e della raccolta che ha spesso creato non pochi problemi ai cittadini con risultati di differenziata ai limiti del nulla.

Presenti Gaetano Nanì per Alleanza per Milazzo, Nino Italiano per Fratelli d’Italia, Franco Russo per Milazzo cittĂ  futura, Alessandro Oliva e Maurizio Capone per Forza Italia, Simone Magistri, Mario Sindoni e Francesco Alesci per DiventerĂ  Bellissima, Franco Rizzo per Milazzo 2020, Mario Sfameni per Fare Milazzo e Pietro Formica per Innamorato della mia cittĂ . 

«Con questo gruppo che è quello definitivo con cui affronteremo la campagna elettorale – ha dichiarato Midili-, siamo certi di poter dare risposte concrete alla cittĂ . Nel corso di questi cinque anni abbiamo rappresentato la strenua difesa di Milazzo e dei milazzesi, dei loro valori e delle loro esigenze e gioiamo nello scoprire che dopo lunghi letarghi esteri c’è chi si sveglia per proporre argomenti sui quali si sono fatti notare per assenza e silenzi. Abbiamo deciso di puntare su progettualitĂ  e programmazione. Chi vuole fare di questa campagna elettorale un uso diverso e distruttivo, lo faccia pure. Riteniamo utile per Milazzo dire cosa, come, in quale tempo e con quale risorse. Un nuovo modo di affrontare la vita politica ed amministrativa. Con i partiti ed i movimenti che fanno parte della coalizione in appoggio, abbiamo discusso di contenuti e non certo di poltrone o di posizioni di comando. Chi vuole dare di noi una rappresentazione diversa trovi argomenti utili per affrontare il giudizio dei cittadini. A chi si affaccia a questa campagna elettorale su posizioni diverse auguriamo buon lavoro e rivolgiamo l’invito ad un atteggiamento costruttivo per la città».

Definito quindi il quadro delle alleanze, nel corso dell’incontro è stato stabilito che adesso si apre la fase della politica tra la gente con una serie di forum , di incontri in videoconferenza aperte ai cittadini e di incontri in luoghi pubblici nel rispetto delle distanze di sicurezza per avere confronti diretti sui problemi cittadini proponendo soluzioni ed una visione unica di cittĂ  che dovrĂ  essere realizzata nei prossimi anni.

guest
14 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Domenico
Domenico
2 anni fa

Coerenza portami via..

Iosonomilazzese
Iosonomilazzese
2 anni fa

Praticamente cancia u sindacu e i consiglieri su sempri i stissi…A VIGGUGNATIBBI!!!

Lulu
Lulu
2 anni fa

Ma Nino Italiano come non si vergogna ad associarsi con Midili che è da cinque anni che rompe le palle in consiglio comunale criticandolo in continuazione. Anzi lo ha sempre criticato… Vergogna vergogna vergogna…. Altro che coerenza. Colui che non firmò la mozione di sfiducia a Giovanni Formica oggi è con Midili… Undi tira u venti…

Mariolino
Mariolino
2 anni fa

Qualcuno,se non sbaglio,ha parlato di molte promesse per pochi posti disponibili.Io tornerei al vecchio detto *LA BARCA DEI GRECI* e vi spiego il perché:i greci avevano schiavi di tutte le terre che avevano conquistato,che non parlavano la stessa lingua e,se parlavano tutti insieme era un gran casino. In questo caso parlerei de *LE SEDIE DEI GRECI* !!!!!!!

Riccardo patti
Riccardo patti
2 anni fa

Ogni consigliere eletto (maggioranza)deve donare il 50% del gettone di presenza per la manutenzione del verde , parco giochi e decoro della cittĂ !!!!