Ritorna stasera l’area pedonale nel cuore di Milazzo. Dalle 20.30 alle 2.00, per tre giorni, il centro cittadino regalerà di nuovo grandi spazi e la possibilità di spostarsi con biciclette e monopattini. Una soluzione, adottata dall’amministrazione Formica per consentire di utilizzare più spazi all’aperto anche per consentire il distanziamento sociale alle attività di ristorazione e beverage. Un’area pedonale che ha stravolto l’aspetto di Milazzo riscuotendo un successo inaspettato ma che ha creato anche qualche malumore tra i titolari dei locali che non rientrano nell’area che va dal Municipio fino alla chiesa di San Giacomo. Le critiche sono piovute anche dai commercianti preoccupati per i divieti che impediscono da un certo orario di posteggiare le macchine in prossimità dei loro negozi anche se, le foto del nuovo volto della città mamertina, hanno addirittura attirato l’attenzione dei ristoratori e commercianti messinesi che ormai da settimane chiedono senza riscontro all’amministrazione De Luca l’istituzione dell’isola pedonale nella città dello Stretto.

Proprio per questo motivo l’amministrazione comunale ha lanciato un breve sondaggio sui propri social (https://forms.gle/ShCEiietA5S5n3mr5) per raccogliere le impressione dei cittadini e valutare le loro proposte.

Al sindaco Giovanni Formica durante la settimana è toccato quindi incontrare e ascoltare le esigenze di tutti i ristoratori “scontenti” che chiedono la possibilità di modificare l’area pedonale anche con un possibile allungamento fino alle loro attività. Per loro sono in discussione soluzioni che puntano principalmente sulla corretta comunicazione della viabilità. «Abbiamo rivisto alcune cose relative al sistema viario – svela il sindaco Giovanni FormicaVedo questa città che cerca di rinascere seppur con grandi sacrifici e questo motiva tutti a cercare di fare sempre meglio senza scontentare nessuno. Stiamo studiando delle soluzioni per consentire ai ristoratori di fare musica dal vivo nel pieno rispetto della mia ultima ordinanza e delle norme imposte dall’ultimo decreto ministeriale». «Nel caso di Vaccarella – continua il primo cittadino – le auto possono arrivare tranquillamente da tre strade lasciate aperte al transito. Per gli altri che hanno i loro locali lontano dal centro cittadino stiamo ulteriormente valutando le richieste di suolo pubblico pur sempre nel rispetto del Codice della strada e della tutela del pedone».

La nuova area, riproposta sui canali social del Comune grazie anche alle elaborazioni grafiche coordinate dall’assessore Ginevra Schiavon con l’ufficio stampa dell’Ente, è stata studiata in continuità con la già esistente isola pedonale di Via Medici. La terza area pedonale della città, invece, è quella della piazzetta del Tono che è stata interdetta la traffico per tutti i giorni della settimana.

«Passato questo secondo fine settimana di prova, si valuteranno le proposte giunte così come la possibilità di anticipare l’orario di chiusura del centro cittadino – conclude il sindaco – e anche il giorno di inizio dell’area pedonale. Sono decisioni che stiamo prendendo poco alla volta per dare il tempo a tutti di abituarsi a un nuovo modo di vivere la città».

Per questa ragione il messaggio più importante resta quello di evitare di spingersi con le macchine nel centro cittadino. Per quanti giungono da fuori Milazzo la soluzione più immediata è dirigersi direttamente verso le aree di parcheggio indicate in cartina, soprattutto l’area di Ponente, e raggiungere a piedi in pochi minuti il centro cittadino. Soprattutto bisogna sempre prestare attenzione alla segnaletica di divieto posta sui pali. Segnali sistemati prima dell’apertura delle 20.30

Rossana Franzone

La cartina con le aree di parcheggio:

Condividi questo articolo
3.511 visite
guest
16 Commenti
più recente
meno recente più votato
Inline Feedbacks
View all comments
Oratipassa
Oratipassa
15 giorni fa

Oh sindaco, a musica dal vivo fattilla sutta a to casa. Se uno la mattina deve alzarsi per lavorare non può aspettare che gli altri finiscano alle 3 e oltre. L’inquinamento acustico lo conoscete?

senzapelisullalingua
senzapelisullalingua
15 giorni fa
Reply to  Oratipassa

bravissimo, giusta e sacrosanta osservazione, aggiungerei anche il traffico di auto e il parcheggio selvaggio nelle zone limitrofe,che manderei sotto casa del comandante dei vigili e degli altri organi di controllo…

Francesco
Francesco
16 giorni fa

Certo l’autrice dell’articolo ne parla entusiasta, perchè  tutte le sere frequenta i locali sbicchierando.

Maria
Maria
16 giorni fa

L’intento dell’isola pedonale era quello di consentire agli esercizi di poter mantenere i posti pre covid. Il risultato e sotto gli occhi di tutti. La stragrande maggioranza degli esercenti se ne approfittato e ha più che raddoppiato i posti che aveva, senza attuare alcuna norma di distanziamento.

Peppe
Peppe
16 giorni fa

Area pedonale dalle 20.30 . Ridicoli. Chiudete tutto il centro utilizzate l’area della vecchia stazione e il lungomare dalla Silvanetta al porto. Navetta da e per il centro. Residenti o chi deve raggiungere capo o vaccarella asse viario san papino salita ex mutua. No ???

senzapelisullalingua
senzapelisullalingua
15 giorni fa
Reply to  Peppe

D’accordo per una ZTL riservata ai residenti con spazi di parcheggio adeguate e collegate …

Peppe
Peppe
16 giorni fa

Ce il tentativo di questi stolti amministratori di dividere i cittadini in : Area pedonale si. Area pedonale no. La domanda corretta è: Area pedonale come. Dei parcheggi indicati solo quello del mercato è reale gli altri sono parcheggi che usano i residenti. PIENI.