Il sindaco Giovanni Formica ha firmato l’ordinanza con la quale si dispone l’apertura al pubblico nei giorni domenicali e festivi delle farmacie, delle edicole, dei bar, dei ristoranti, dei fiorai, dei panifici, delle attività di ristorazione senza somministrazione e di tutti gli esercizi commerciali ad esclusione delle medie e grandi strutture di vendita del settore alimentare e degli outlet.
Il provvedimento richiama l’ultima ordinanza del presidente della Regione e la successiva circolare esplicativa, ma anche la circostanza che da tempo Milazzo è riconosciuta città ad economia prevalentemente turistica.

Agli esercenti viene data anche la possibilitĂ , in queste giornate, di svolgere il servizio di consegna a domicilio dei generi alimentari e di prima necessitĂ .

L’apertura è ovviamente libera, ma coloro che si avvarranno di tale facoltà, avranno l’obbligo di rispettare nei confronti dei propri dipendenti i turni di lavoro, il riposo infrasettimanale e comunque tutto ciò che è previsto dai contratti di lavoro e dalle normativa vigente.
Da domani – 2 giugno – dunque i negozi a Milazzo potranno essere aperti.

 

Condividi questo articolo
4.174 visite
guest
2 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
Umanista virtuale
Umanista virtuale
3 mesi fa

Purtroppo i dipendenti lavorano per 600 euro e questo fa onore dato che potrebbero avere comodamente il reddito di cittadinanza mentre l’attivihiudonot 60 per cento circa di tasse che non possono pagare .ma mi chiedo perchĂ© allora aprono sempre di piĂą attivitĂ di cinesi e adesso di indiani e pachistani loro ce la fanno e noi no ? Oppureloro si accontentano di poco come gli italiani in
Passato?

Davide
Davide
3 mesi fa

Poveri schiavi, ops, volevo dire, dipendenti! Come no, sicuramente rispetteranno le normative lavorative vigenti; ecco i contratti di lavoro che vanno per la maggiore: se vuoi lavorare è così, altrimenti vai a casa e avanti un altro (in busta paga mille euro, in verità 600 euro, se tutto va bene). Facciamoli lavorare anche la notte, h24 aperto! Che società di me*da stiamo creando!