Non un pieno ritorno alla normalità, ma un grande passo in avanti.  Anche nella città del Capo, da oggi decine di ristoratori, pizzerie, bar e pub stanno riaprendo le cucine, riassorbendo il personale. Si è partiti nelle settimane scorse con la consegna a domicilio, la prenotazione con l’asporto, fino alla somministrazione piena con tutte le cautele e prescrizioni del caso.

Il percorso intrapreso va di pari passo a quello degli storici negozi del centro città che da lunedì hanno anche loro riaperto al pubblico. Un piccolo passo verso la normalità ed anche dal settore commerciale mamertino arrivano timidissimi segnali di fiducia da parte dei clienti .

«Certo – spiega Stefano Scibilia, presidente di Milazzo Food & Beverage – non sarà semplice ritornare ad ospitare i clienti con la stessa convivialità di qualche mese fa.  Confidiamo nel comune per ricevere il via libera all’ampliamento del suolo pubblico per attenuare la perdita dei coperti».
Una fase transitoria che si supererà con la collaborazione di tutti, a cominciare dagli avventori che devono evitare assembramenti e, comunque, applicare il buon senso quando si frequenta un locale. «L’estate è alle porte – siamo convinti che insieme ai clienti potremo superare questo momento e approdare alla fase 3, ovvero il pieno ritorno alla normalità»

Al comune di Milazzo l’ufficio tecnico è al lavoro per analizzare le domande dei ristoratori che hanno presentato le planimetrie con l’ampliamento del suolo pubblico a disposizione della propria attività. Ragionevolmente entro il prossimo fine settimane arriveranno le autorizzazioni.

Condividi questo articolo
2.308 visite