VIDEO. Un appello a tutti i cittadini di Milazzo per fare in modo che si crei un movimento popolare che rivendichi a gran voce di fronte al presidente della Regione  la difesa della propria salute tramite la dichiarazione di “zona rossa” del comune di Messina, isolandolo dal resto della provincia.

Se non è una chiamata alle armi (o meglio alle mail) quella del sindaco Giovanni Formica che ieri sera ha diffuso l’ennesimo videomessaggio confermando la notizia anticipata prima da Oggi Milazzo sui tre contagi di cittadini milazzesi in strutture ospedaliere di Messina (LEGGI QUI).

«Messina è un focolaio pericolosissimo perché ricorda quelli del nord sfuggiti al controllo delle istituzioni e delle strutture mediche – ha esordito Giovanni Formica che sembra essere ritornato il “vecchio sindaco” votato con un vero plebiscito cinque anni fa – continuo a sostenere – come fatto ieri anche 8 deputati regionali, evidentemente condividendo la mia posizione – che deve essere dichiarata “zona rossa” e interrotti trasferimenti da Milazzo e, dico in generale da tutti i comuni, e vice versa».

Per quanto riguarda i contagiati Formica ha comunicato di avere già individuato il nucleo familiare delle persone risultate positive per mettere in sicurezza loro e la cittadinanza. «Ricordo ai molti cittadini che mi hanno chiesto di impedire che si possa accedere alla nostra città dall’esterno che non rientra nei poteri di un sindaco, per fare questo è necessario che il comune di Messina venga dichiarata “zona rossa” con provvedimento del Presidente della Regione. Io vi prego a unirvi a questo appello e chiedo di far arrivare  al Presidente la richiesta dei cittadini milazzesi che non vogliono ammalarsi di Covid-19. Perché noi nel nostro territorio possiamo tenere sotto controllo tutto, sanificare, rimanere in casa, ma se poi il virus ci arriva dall’esterno da parte delle persone che fisicamente devono andare a lavorare a Messina, tutto diventa inutile perchè costituiscono un pericolo per la nostra comunità». Il comune sta portando avanti il censimento dei pendolari tra Milazzo e Messina ed è, a detta di Formica, «impressionante».

«Domani mattina (oggi) contatterò  il Presidente della regione, l’assessore regionale alla Salute e il Ministro per presentare la situazione di cui – a dire il vero – non conosciamo dimensioni perché il sistema sanitario messo in piedi in provincia di Messina non è sufficientemente rodato. C’è gente che aspetta da dieci giorni il tampone richiesto dai medici di base e non sa se è malato per una semplice influenza o per coronavirus».

Questo il testo da inviare al Presidente della regione Sicilia, Nello Musumeci, all’indirizzo: segreteria.presidente@regione.sicilia.it

MESSINA CITTÀ STA DIVENTANDO UN FOCOLAIO…. PER EVITARE ULTERIORMENTE LA DIFFUSIONE DEL VIRUS… CHIEDIAMO CHE MESSINA CITTÀ VENGA DICHIARATA ZONA ROSSA….

Condividi questo articolo
4.145 visite

7
Rispondi

avatar
400
7 Comment threads
0 Thread replies
0 Followers
 
Most reacted comment
Hottest comment thread
7 Comment authors
davide fidoneSalvopeppinoscoglionatoSchifato Recent comment authors
più recente meno recente più votato
davide fidone
Ospite
davide fidone

Ridicolo chiedere che Messina diventi zona rossa, come se fosse un problema solo di Messina città. Il primo caso è stato registrato in provincia. Il virus si combatte con misure razionali ed efficaci, non con misure improntate al clamore mediatico. Visti i focolai recentemente scoppiati in case di cura e strutture sanitarie, occorrono tamponi per tutto il personale sanitario ed i ricoverati

Salvo
Ospite
Salvo

Purtroppo, e sono amareggiato di questo, è più facile ottenere risultati passando da Canale 5 anziché dalle vie istituzionali.

peppino
Ospite
peppino

direttore mi sembra strano che non ci sii alcun messaggio in quanto su fb lo stanno asfaltando il sindaco

scoglionato
Ospite
scoglionato

Lei ha il potere di obbligare i suoi cittadini a non uscire dalla città, poi se vogliono lavorare a Messina che si stabiliscano là per tutelare anche le loro famiglie, che non sono bestie. I messinesi che vengono a Milazzo per ora che restino a casa come ha fatto solamente RAM. Solo chiacchere sindaco a fatti zero. La sottoscrizione la dovremmo fare a Lei , che non sa rappresenta

Schifato
Ospite
Schifato

Sindaco faccia come cateno vasi al casello e blocchi l’entrata in città. Ci faccia vedere quanto tiene alla città ha avuto l’esempio del sindaco di Messina.