Il coronavirus ha fermato le funzioni religiose in tutte le parrocchie cittadine ma nulla ha potuto di fronte alla celebrazione del matrimonio (politico) tra il candidato a sindaco di Milazzo Pippo Midili e la lista “Fare Milazzo” rappresentata dall’imprenditore Danilo Ficarra.

L’accordo è stato ufficializzato oggi pomeriggio durante una conferenza stampa in cui hanno preso la parola sia Midili che Ficarra e sono state spiegate le motivazioni della scelta. Fare Milazzo, infatti, era nato nel 2016 e per 4 anni aveva lavorato intensamente nel totale riserbo. A Gennaio 2019 i 10 elementi più attivi di sono presentati attraverso un video. Un lavoro di squadra, finalizzato ad una visione a medio-lungo termine e un approccio all’amministrazione della città diverso dalle dinamiche tradizionali.

«Fare Milazzo ha provato ad illustrare la propria proposta di città alla collettività – ha spiegato Danilo Ficarra – riscontrando grande successo, ma non è scoppiata la scintilla a livello elettorale. Vari i tentativi con piccoli gruppi che sulla carta avevano la stessa intenzione, ma in realtà senza alcun risultato, per un ego eccessivo (o io o io) o un radicato ideologismo riscontrato nei vari interlocutori. Diversi tentativi vani, con l’ultimo in ordine cronologico che ha sancito la decisone finale. È stato il tentativo più interessante che potenzialmente poteva portare ad un importante risultato elettorale. Fare Milazzo è stato promotore del cosiddetto “terzo

polo”, sacrificando la propria posizione nella speranza di un bagliore di luce tra le parti al tavolo per il bene comune».

Dopo tanti incontri, ieri, dopo un’ennesima richiesta di rinvio, Fare Milazzo ha preso atto della situazione, deciso una diversa strategia, proponendo al candidato in corsa più gradito i più importanti punti programmatici del proprio programma, al fine di un “patto per la città” da poter realizzare come Fare Milazzo. «Il candidato a Sindaco Pippo Midili ha accolto con entusiasmo questa proposta – sottolineano – sposando pienamente i contenuti e chiedendo una piena collaborazione fra Fare Milazzo e il suo gruppo di lavoro.

L’accordo programmatico che è ruscito a tenete compatto il gruppo prevede vari step.

Subito: la creazione di un pacchetto turismo (Turismo esperienziale, Museo diffuso, Percorsi); aggiornamento ed attuazione del “Piano spiagge” (PUDM),

A breve termine: affidamento impianti sportivi; salvaguardia del Tono e risoluzione del problema viario della zona e messa in sicurezza.

Entro la fine della legislatura: legge 181/89, l’incentivo per il rilancio delle aree colpite da crisi industriale e di settore, prestando fortissima attenzione al risanamento ambientale. Iniziare subito per avere i risultati nel momento giusto.

A firmare la nota sono stati Danilo Ficarra, Angelica Furnari, Antonio Nicosia, Antonio Napoli,  Pietro Di Donato, Carmelo Antonuccio, Riccardo Giambò, Antonio Lamberto, Felice Oteri e Mario Sfameni.

Midili, dal suo canto, ha accolto con soddisfazione l’ennesimo appoggio. «Ho sempre apprezzato “Fare Milazzo” perché hanno lavorato in silenzio, con forte anticipo rispetto alla campagna elettorale, per dare alla città un progetto serio e concreto alla città».

Nei giorni scorsi Midili ha incassato anche il sostegno dei movimenti Azione milazzese di Ninni Petrella (dopo una veloce parentesi con Fratelli d’Italia e un dialogo con Lorenzo Italiano) e Alleanza per Milazzo con Gaetano Nanì.

Condividi questo articolo

guest
23 Commenti
Newest
Oldest Most Voted
Inline Feedbacks
View all comments
la Piana
la Piana
7 mesi fa

scusate ma non erano stati i primi a dichiarare la candidatura a sindaco di Ficarra/Furnari? la candidatura a sindaco “NO”!! si rischia una cattiva figura, e l’accordo con Munafò? poca possibilità,meglio girare a largo!! allora ecco che chiamo Peppino il “ricogghitutto” ed offre un assessorato, allora forse è meglio “accontentarsi” . Ma che politica vogliono creare/fare sti tizi così facendo?

don matteo
7 mesi fa

non ho capito perchè non avete fatto passare i mie messaggi

Umberto I
Umberto I
7 mesi fa

Per (s)fortuna le elezioni saranno rinviate .
Allo stato attuale non mi sento rappresentato da alcun candidato

#milae2020
#milae2020
7 mesi fa

FARE MILAZZO??? UN VERO FLOP!!! Si sono messi da perte per un assessorato, questo è il nuovo modo di fare policitica, spacciare candidature per poi ritirarle in cambio di un incarico, peggio della prima repubblica!!!

Salvo
Salvo
7 mesi fa
Reply to  #milae2020

Ma perché gli altri cosa stanno tentando di fare…. Peccato che a volte non riescono…..

leale85
leale85
7 mesi fa

ok adesso è sicuro…..voterò Formica