Tutti coloro che sono rientrati a Milazzo dalle zone rosse del nord a decorrere dal 23 febbraio scorso devono osservare un periodo di quarantena obbligatorio. A prevederlo l’ordinanze del Presidente della Regione Siciliana nn. 3 e 4 del 08 marzo 2020,  e riguarda chiunque, a far data dal 23 febbraio 2020 sia rientrato nel nostro comune dalla Regione Lombardia o dalle province di Modena, Parma, Piacenza, Reggio nell’Emilia, Rimini, Pesaro e Urbino, Venezia, Padova, Treviso, Asti, Alessandria, Novara, Verbano-Cusio-Ossola e Vercelli.

«Si rammenta – si legge in una nota del comune di Milazzo – che, salvo che il fatto non costituisca più grave reato, l’inosservanza degli obblighi sopra indicati sarà punita, ai sensi dell’art. 650 codice penale, con l’arresto fino a tre mesi o con l’ammenda fino a 206 euro».

Questi gli obblighi:

1)      comunicare tale circostanza al comune, al dipartimento di prevenzione dell’azienda sanitaria, nonché al proprio medico di medicina generale ovvero al pediatra di libera scelta.

2)      osservare la permanenza domiciliare con isolamento fiduciario, mantenendo lo stato di isolamento per 14 giorni dall’arrivo con divieto di contatti sociali. Qualora nell’abitazione scelta per l’isolamento fossero presenti altre persone, la misura dovrà considerarsi estesa anche ad esse;

3)      osservare il divieto di spostamento e di viaggi;

4)      rimanere raggiungibile per ogni eventuale attività di sorveglianza.

La comunicazione al Comune di Milazzo potrà essere effettuata trasmettendo il MODULO (SCARICALO QUI)  all’indirizzo di posta elettronica autoisolamento@comune.milazzo.me.it 

Ove fosse impossibile o particolarmente difficile procedere con la trasmissione a mezzo posta elettronica, si potrà dare comunicazione a mezzo SMS al numero telefonico 3534056298,  scrivendo, nel testo del messaggio, la parola “autoisolamento”.

Sarà cura di un operatore comunale richiamare nel più breve tempo possibile per acquisire le necessarie informazioni.

Condividi questo articolo